Sassuolo-Napoli 1-1: un pareggio che fa male. La cronaca della partita

0
512
allan (Napoli) durante la partita di Campionato fra Napoli e Sassuolo. Calcio - Serie A 2015/2016 - Napoli 16/01/2016 - Ciro Sarpa ©




Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, anche se i circa nove mila napoletani presenti sembrava il San Paolo, il Napoli ha pareggiato 1-1 con il Sassuolo e rischia di compromettere la corsa scudetto.

Nel primo tempo non sono mancate le occasioni gol del Napoli. Due volte Insigne da pochi passi colpisce Consigli al 6′ e al 38′. Due volte pure Callejon. LO spagnolo al 36′ al volo di sinistro, che non è il suo piede, spara alto e al 38′ che su cross di Allan arriva con un soffio di ritardo con la porta vuota. Callejon ha anche segnato il gol del possible vantaggio al 5′, ma giustamente l’arbitro Fabbri e il VAR hanno annullato il gol per fuorigioco. Il Napoli crea e il Sassuolo segna. Lo fa con Politano al 22′ rapido a ribadire in gol la respinta del palo colpito di testa da Peluso su calcio di punizione.

Nella ripresa inizio degli azzurri in totale confusione. Tocca a Reina tenere il Napoli in partita prima su Politano lanciato a rete da un errore clamoroso di Koulibaly e poi ancora su Rogerio. L’ingresso di Milik al 65′ da linfa ‘fisica’ alla squadra e il Napoli torna ad essere pericoloso proprio con l’attaccante polacco prima al 68′ di testa, poi all’80’ in mezza rovescia con miracolo di Consigli e infine ancora in rovesciata colpisce la traversa. Il gol del pareggio arriva all’81’ con Callejon, il migliore in campo, che appoggia di sinistro in rete un cross di Mario Rui.

In conclusione. Il Napoli ha pagato i troppi errori nei passaggi e la mancanza di continuità a una manovra fluida solo a tratti. Da valutare se Mertens può ancora essere utile nel ruolo di prima punta che, ricordiamo, non è il suo ruolo naturale e si vede soprattutto quando entra Milik.

Foto fonte SSC Napoli