Le pagelle di Napoli-Udinese: tutti sufficienti, ma c’è un 9,5

0
541
Le pagelle




Le pagelle. Nella 33esima giornata del campionato di Serie A allo stadio San Paolo il Napoli ha battuto in doppia rimonta 4-2 l’Udinese. 

SARRI: 7,5 – Approccio alla partita determinato, ottima la reazione al doppio svantaggio. Indovinati i cambi. Perfetto il cambio modulo passando al 4-2-3-1 che ha dato il via alla vittoriosa rimonta. Bene anche il ritorno al 4-3-3 dopo essere passato in doppio vantaggio.

REINA: 6,5 – Due interventi decisivi ma il voto è condizionato dall’incertezza sul primo gol

HYSAJ: 6 – Inizio timido cresce alla distanza ma pesa sulla prestazione l’incertezza sul primo gol

ALBIOL: 6,5 – Un baluardo difensivo suona la carica quando il Napoli va sotto segna il gol del 2-2 determinante per la vittoria. Una sola sbavatura che però ha portato al gol del primo vantaggio dei friulani

TONELLI: 7 – Tiene bene la sua zona di competenza, soffre un pò la fisicità di Perica sulle palle alte. Segna il gol della sicurezza

MARIO RUI: 7 – Uno stantuffo sulla fascia ma tiene bene anche la fase difensiva. Qualche errore nella rifinitura

ZIELINSKI: 6 – Le sue accelerazioni e cambi passo mettono in difficoltà gli avversari, deve crescere in continuità.

DIAWARA: 6,5 – Fa da riferimento nel giro palla, tenta anche la conclusione da fuori area, peccato che in un paio di occasioni si fa sorprendere fuori posizione

HAMSIK: 6 – Sufficienza risicata, non una delle sue migliori prestazioni

CALLEJON: 6 – In crescita rispetto alla ultime gare, suo l’assist del gol decisivo

MILIK: 7 – Combatte si muove da centravanti vero e segna un gol importante per il Napoli ma anche per lui

INSIGNE: 7,5 – Tornato trascinatore un moto perpetuo sigillato con un gol importante

MERTENS: 7 – Entra nel ruolo di trequartista e tolto dalle grinfie dei centrali è tornato ad essere il Mertens devastante; ha cambiato la storia della partita

ALLAN: 6 – Entrato subito in partita prezioso in fasi di rottura

ROG: S.V. – Pochi minuti per dare il suo contributo a mantere il vantaggio

ARBITRO CALVARESE (di Teramo): 6 – Partita senza episodi dubbi e anche molto corretta.

PUBBLICO DEL SAN PAOLO: 9,5 – E’ stata l’arma vincete degli azzurri, anche nella difficoltà del doppio svantaggio non ha smesso mai di cantare. Uno spettacolo degno dello scudetto il dopo partita, così anche all’uscita dallo stadio il pubblico ha animato Fuorigrotta con i suoi cori che sono un misto di gioia e di speranza. Un mezzo voto in meno per i cori su De Laurentiis che potranno (eventualmente) essere legittimi solo a sogno finito (se casomai dovesse finire).