A Nyon partita ufficialmente la stagione 2020-21: tante partite infrasettimanali, pochi giorni per i ritiri precampionato

0
621




Ieri a Nyon in Francia ha preso ufficialmente il via la stagione calcistica 2020-21 con le semifinali dei turni di qualificazione ai preliminari di Champions League. 

Il Tre Fiori di San Marino è stato sconfitto 0-2 dai nordirlandesi del Linfield, mentre i kosovari del Drita hanno sconfitto 2-1 gli andorrani dell’Inter Club d’Escaldes. La squadra che vince la finale tra Linfield e Drita in programma sempre a Nyon martedì 11 agosto passa ai preliminari di Champions mentre le tre sconfitte vengono retrocesse al secondo turno preliminare di Europa League.

Il 20 agosto con il primo turno preliminare prende il via anche l’Europa League 2020-21, mentre dal 4 settembre tornano anche le nazionali con le partite della Nations League.

In attesa dell’ufficialità della data di partenza della Serie A 2020-21 (o sabato 12 settembre o sabato 19 settembre) e della Coppa Italia 2020-21, sono già note le date di partenza dei gironi eliminatori delle coppe europee con il Napoli protagonista:

  • Champions League: martedì 20 ottobre;
  • Europa League: giovedì 22 ottobre.

Sarà una stagione davvero intensa soprattutto per le squadre impegnate in due coppe nazionali, nelle coppe europee e in campionato.

Ad esempio.

Le squadre italiane di Serie A, considerando le date già occupate dalle coppe europee e dalle nazionali, tra le domeniche e i mercoledì fino al 23 maggio per giocare le 38 gare di campionato e le 5 di Coppa Italia hanno a disposizione 53 slot liberi se la Serie A prende il via il 12 settembre, che scendono a 51 se la Serie A prende il via il 19 settembre. Poi c’è anche da stabilire la data per la finale di Supercoppa Italiana tra Juventus e Napoli.

In pratica il rischio è che i calciatori di Juventus, Inter, Atalanta, Lazio, Napoli, Roma e probabilmente Milan, tra campionato, Coppa Italia, coppe europee e nazionali potrebbero avere un massimo di 10 mercoledì per tirare il fiato sui 36 previsti dal calendario fino al 23 maggio.

Soprattutto la domanda che qualcuno inizia a farsi è:

“Ma se il 4 settembre si giocano le prime partite di Nations League e, quindi, i convocati dovranno essere a disposizione dei rispettivi CT almeno a partire dal 3 settembre, quanti giorni di ritiro faranno le squadre considerando anche i giorni di ferie che spettano ai calciatori?”.