Acque agitate in casa viola, Commisso: “Vendo la Fiorentina”

0
145




Fulmine a ciel sereno per la Fiorentina, prossimo avversario del Napoli in campionato.

IL presidente dei viola Commisso in conferenza stampa ha minacciato di vendere la società:

“Io ho speso i soldi veri. Faccio i debiti in America e porto i soldi. Ora basta, io ho intenzione di mettere in vendita la Fiorentina.

Ho speso 170 milioni per acquistarla. Poi 80 milioni per risanarla, poi altri 85 milioni di euro per il centro sportivo.

Io voglio tornare in America e vendere la Fiorentina ai fiorentini, a quelli che hanno soldi… Però dovete fare come fatto da me: di questi 335 milioni di euro dovete mettere una caparra di 35 milioni di euro nel giro di dieci giorni e poi andare avanti.

Voi dite che ci sarà un fiorentino disposto ad acquistarla? Questa offerta finisce entro dieci giorni… Io esporto il marchio Fiorentina negli USA, lo promuovo, e qui a Firenze ci sono solo attacchi su di me. Perché?

Io non rispondo al Corriere Fiorentino. Il Corriere Fiorentino se vuole che parli della Fiorentina, sia loro che la Gazzetta, hanno sbagliato perché sono controllati da Cairo. Fino a che non riceverò delle scuse scritte e diranno la verità sull’incontro con Sarri, se c’è stato o non c’è stato, non parlerò con questo giornale.

De Ponti, il direttore del Corriere Fiorentino, non ha verificato se Barone fosse a incontrare Sarri. Non ha avuto il coraggio di dire che Barone aveva detto la verità. Io credo che il comando di questa operazione è arrivata da qualcuno che vuole male alla Fiorentina.

Ci sono persone che non potranno venire al Centro Sportivo, ho il diritto di proprietà e di fare ciò che voglio in casa mia.

Futuro? La risposta sarà data quando annunceremo il nuovo allenatore. Io credo che quando allenatori e giocatori vedranno la Fiorentina, specialmente se i fiorentini vorranno comprarla, dopo saranno entusiasti di venire a Firenze.

Ora vediamo se questo Covid se ne va, se si possono riportare i tifosi allo stadio. Con il loro calore avremmo fatto meglio quest’anno. Vediamo che si può fare e spero che prima o dopo io avrò l’opportunità di alzare i ricavi così Commisso non dovrà mettere tutti questi soldi tutti gli anni. Sono venuto qui perché gli voglio bene. Ho fatto la prima offerta per la Fiorentina nel 2016, prima ancora del Milan.

Portate un po’ di rispetto per chi vi porta avanti nel mondo. Come sto parlando bene di Fiorentina e Firenze nel mondo, può darsi che un giorno ne parlerò male.

Io sono come un toro ferito, è pericoloso perché come voi gettate contro di me qualcosa, io posso gettare qualcosa contro di voi”.