Barcellona-Napoli 4-0: una sconfitta poco importante per il campo ma uno stimolo determinante per De Laurentiis e Giuntoli

0
222




Sono amichevoli di agosto e ribadiamo ancora una volta che il risultato conta solo ai fini statistici. Queste partite contro avversari prestigiosi servono, oltre che per utili motivi televisivi e di merchandising, anche per mettere minuti nelle gambe e nei polmoni e per affinare i meccanismi e l’intesa tra i compagni di squadra in nuovi schemi. 

La delusione maggiore dalla sonora sconfitta con il Barcellona arriva proprio dall’atteggiamento della squadra in campo, che ha peccato in personalità in tanti (troppi) uomini apparsi anche più stanchi, bisogna ammetterlo, dei catalani.

Errori banali anche nei passaggi più semplici. Disimpegni difensivi complicati che hanno creato evitabili pericoli alla porta di Meret. Pericolosità quasi nulla in zona gol.

Ma forse è meglio essere ottimisti e guardare il bicchiere mezzo pieno.

La sensazione di netta inferiorità avuta con i catalani potrebbe essere, si spera, un determinante stimolo per De Laurentiis e Giuntoli per portare fantasia sulla trequarti e maggiore pericolosità in zona gol.

I soldi ci sono. Il mercato aperto pure.

Ora tocca a De Laurentiis e Giuntoli completare il lavoro. Tocca ad Ancelotti mettere pressione alla società e pretendere i tasselli mancanti al suo progetto.

Anche perché per mister Ancelotti potrebbe essere davvero imbarazzante proseguire il suo lavoro se il 31 agosto a Napoli non dovessero essere tutti contenti.

Buon Forza Napoli a tutti!