Benevento-Napoli 1-2 vista dagli azzurri: “Con sofferenza abbiamo vinto una partita importante”

0
150




Alcuni tesserati azzurri ai microfoni sui media e sui social hanno commentato la gara di campionato giocata in trasferta contro il Benevento. 

Insigne a DAZN:Partita dura ma sono contento del risultato. Al di là del gol contento per la vittoria perché le vittorie aiutano a crescere e giovedì abbiamo una partita importante. Lenti con l’AZ? Ci sta dopo la partita con l’Atalanta e poi in campo ci sono anche gli avversari. Oggi era importante dare una risposta e dopo un primo tempo non di grande livello nella ripresa siamo scesi con la mentalità giusta. Gattuso mi ha dato subito fiducia e con lui ho un gran rapporto e cerco di dargli il massimo. Da quando c’è lui le cose sono cambiate e se siamo cresciuti è anche merito suo. Giochiamo ogni partita come un finale, abbiamo una rosa ampia e il mister è bravo a farci sentire tutti importanti”. 

Petagna a DAZN: “Il rapporto con il mister è fantastico. Dobbiamo solo imparare da lui. Sono le prime partite che sto facendo a Napoli e mi sto piano piano a giocare qui. A Napoli si giuoca con giocatori forti tecnicamente e per  noi attaccanti è molto più facile e devo stare più in area e fare il terminale del gioco. A me piace giocare più lontano dalla porta, entrare nel vivo del gioco e aiutare la squadra. Chiaramente essendo grande fisicamente la mia posizione in area è utile per mettere in difficoltà i difensori”.

Petagna a Sky: “Tre punti fondamentali ma ora dobbiamo pensare a giovedì. Sapevo di dover restare a Napoli e sapevo di avere caratteristiche importanti per giocarmi le mie carte. Sapevo che potevo migliore giorno dopo giorno con un allenatore come Gattuso e che Napoli era l’occasione della mia vita. Siamo una squadra e giocando più competizioni si migliora anche. Le scelte spettano al mister e sta a noi farci trovare sempre pronti”.

Bakayoko su twitter: “Buona reazione della squadra. Avanti cosi +3”.

Politano su Instagram: “Con sofferenza e con carattere abbiamo portato a casa una vittoria importante!”

Ghoulam su Instagram: “Non era facile, ottima reazione”.

Koulibaly su Instagram: Dovevamo vincerla per riscattare la sconfitta in  Europa League fatto”.

Insigne su Instagran: “Una partita speciale, con emozioni che solo il calcio può regalare”.

Manolas su Instagram:Bravi ragazzi!! Buona vittoria!! Forza Napoli!!

Fabiàn su Instagram:Importante vittoria!!! +3 !!! Bravi ragazzi“.

Gattuso a DAZN: “Petagna è un giocatore che ci può far comodo quando gioca sottopunta,  è un finto lento e quando prende palla non è male. Nel primo tempo pochi scivolamenti, sempre lunghi, giocavamo palla in maniera lenta, giocavamo poco a venire dentro ma fuori per fuori. Nella ripresa abbiamo iniziato a giocare uno-due e più in velocità. Sapevamo che i derby non sono mai facili, abbiamo giocato giovedì abbiamo speso tanto e siamo stati bravi a recuperarla. Per Bakayoko è una botta ma speriamo che non sia nulla di grave. Oggi profondità non c’era e per questo Osimhen avrebbe dovuto venire a legare per far entrare Dries. Dobbiamo farlo lavorare di più su certi aspetti. Siamo andati su Insigne più che su Lozano ma entrambi hanno sempre giocato in linea e non sono mai andati dentro. Abbiamo sempre giocato palla sui piedi senza mai venir dentro. Poco movimento senza palla. Io stile Capello? Ci metterei la firma per fare un decimo di quello che ha fatto Capello. Di Lozano non mi interessa se gioca a destra o a sinistra. Mi interessa che è un giocatore ritrovato ma mi piacerebbe vederlo più cazzuto e in questo può ancora migliorare. Nel primo tempo è stato l’unico ad attaccare”. 

Gattuso a Sky: “Vittoria importante come quelle con Atalanta e Parma. Giovedì abbiamo speso tanto e perso una partita che non meritavamo. Sapevamo che il derby sarebbe stato difficile, sapevamo che dovevamo giocare il primo tempo in maniera diversa e abbiamo dato continuità alla gara con l’AZ dove siamo stati molto prevedibili. Nella ripresa è venuta fuori la qualità della squadra. Per noi era fondamentale questa partitaGiochiamo ogni tre giorni e c’è una strada che è quella del lavoro, dell’impegno e della professionalità. Con i cinque cambi il calcio è cambiato. Negli ultimi trenta minuti tanti giocatori se entrano nel modo giusto possono fare la differenza. Con le nuove regole non ci sono titolari o riserve, come Politano che ha fatto due partite molto interessanti. Oggi è stato in panchina ed è entrato con la solita veemenza. Bisogna far parlare il rettangolo verde, non aprendo la boccaNon si può regalare il primo tempo. Non dobbiamo pensare che il Benevento ci stenda il tappeto rosso o che le altre squadre facciano trovare la profondità a Osimhen. In questo momento dobbiamo dare continuità di mentalità e prestazione, non sono contento per l’interpretazione. A me non piace giocare linea a linea. Il calcio ormai è cambiato, ci vogliono giocatori pensantiJuventus? Non siamo stati noi a decidere. Qualcuno ha rinfacciato che avessi fatto lo sborrone. Ho solo detto che in quel momento che la Juventus sta provando a fare un qualcosa di nuovo. Spero di rigiocarla, di rivedere la classifica reale. Rinnovo? Io sono contento di lavorare a Napoli. Sono contento di avere a che fare con queste persone che gestiscono la società. Sono contento di allenare questi giocatori. C’è un problema: io non credo tanto ai contratti per come sono fatto. Il presidente lo sapete come è fatto, vuole tutelarsi con le clausole. Io ho solo detto che amo questa squadra, ci sto benissimo perchè lavoro con delle persone eccezionali. Col presidente e col direttore vado molto d’accordo così come con i giocatori. La voglia è di rimanere. Forse sono fatto all’antica, voglio essere libero e voglio lavorare con tranquillità. Se il presidente mi dice di firmare un contratto di sei mesi lo firmo subito. Mi devo sentire libero“.

La SSC Napoli sul sito ufficiale: “Il Napoli vince il derby con l’ora solare. Gli azzurri si accendono un’ora dopo e ribaltano la partita al “Vigorito” in maniera travolgente in 7 minuti irresistibili. Roberto squilla e Lorenzo risponde nel suggestivo duello in famiglia. Insigne al 60′ dissolve le streghe con un incantesimo di magia da alchimista trasformando il metallo in oro con un delizioso sinistro sotto l’incrocio.Prima il fioretto poi la sciabola. Quella dell’armata pesante di Andrea Petagna che da poco entrato gira di potenza un ricamo di Politano per l’urlo del sorpasso. Il Napoli vince la quarta partita su quattro in campionato. Un successo luminoso e solare, come l’ora che ha scandito il derby azzurro del Vigorito…