Benitez: “Guardo la finale per me è sentimento, Napoli ti entra dentro e non ti lascia più”

0
571




L’ex allenatore del Napoli Rafa Benitez  ha rilasciato un’intervista che è possibile leggere in versione integrale sul Corriere dello Sport oggi in edicola e della quale vi proponiamo un breve estratto.

Visto il mio passato e conosciuti i miei sentimenti io sto con il Napoli. Ho grande rispetto per la Juventus ma i due anni partenopei restano indelebili. Città meravigliosa e bellissima, pubblico eccezionale caldo come pochi: spero che il destino sia con loro. 

Per me in una finale due squadre partono sempre alla pari anche se c’è una delle due che deve partire favorita. Il pronostico spingerebbe legittimamente a dare più chances alla Juventus. Ma in una gara secca le condizioni cambiano in fretta. 

Dopo la vittoria della Coppa Italia ho impresso l’accoglienza a Napoli, quella necessità di essere felice che cogliemmo negli sguardi. Con la Fiorentina giocammo meglio dal punto di vista tecnico, a Doha con la Juventus invece dal punto di vista mediatico per il palcoscenico internazionale. 

La finale di stasera? Sarri e Gattuso sanno come prepararla. Ci vuole cuore ma servirà tanta testa. Sarà piena notte in Cina ma non posso fare a meno di guardarla. Per me è anche sentimento. 

Napoli è stata casa mia per due anni, l’ho girata tutta, ne ho ammirato la sua storia, la sua cultura, i suoi tesori, la sua sensibilità. E’ una città che ti entra dentro e non ti lascia più”.