Corini allenatore Brescia: “Per noi gara più difficile dopo il Ko del Napoli, devo valutare se far giocare Balotelli dall’inizio”

0
193




L’allenatore del Brescia Eugenio Corini, ex calciatore del Napoli, ha tenuto una conferenza stampa in vista della sfida contro gli azzurri al San Paolo. Questi alcuni passaggi delle dichiarazioni del tecnico delle rondinelle.

“Abbiamo un lavoro alle spalle che ci permette di preparare bene le partite anche quando abbiamo poco tempo. Chi ha giocato ha fatto un lavoro rigenerante.  

Prestazioni come quelle contro la Juve fanno aumentare il livello di autostima, ma non devono farti adagiare. Conosciamo la qualità degli avversari. E’ mancato qualcosa con la Juve, proveremo a metterlo col Napoli per ottenere un risultato positivo.

Serviva anche un po’ di fortuna in alcune situazioni. Dobbiamo fare in modo che l’avversario faccia fatica a fare gol. 

Con il Cagliari il gol del Napoli sembrava in arrivo da un momento all’altro nella ripresa. Poi quando non lo fai forzi qualche giocata e il Cagliari ha trovato il gol in contrattacco e questa è la capacità delle piccole di ottimizzare alcune situazioni con un po’ di fortuna che serve sempre nelle grandi imprese.

Con il Napoli era già una gara difficile e il ko col Cagliari renderà più difficile la nostra partita. Noi avremo voglia e caratteristiche per portare a casa qualcosa con un pizzico di fortuna che è mancata con la Juventus. Non ho ancora il piano strategico, quello di questa mattina è il vero primo allenamento in vista del Napoli.

Il mio passato a Napoli? Con Lippi arrivammo in Uefa. Non fu una grande esperienza personale perché iniziai con una pubalgia. E’ una piazza che vive di calcio, un grande ricordo.

Balotelli? Lo monitoriamo perché ha subito un colpo al piede. I medici mi hanno detto che è ok e quindi si allenerà. Valuterò se farlo giocare o subentrare dopo che ha giocato 90 minuti a 4 mesi dall’ultima partita.  

L’impostazione della gara sarà diversa dalla Juve. Il Napoli difende 4-4-2 e attacca con un 3-4-2-1 con tanti giocatori in zona palla, con un palleggio di qualità ti supera le linee di pressione e nei 30 metri hanno qualità. Hanno attaccanti veloci e anche fisici che possono giocare insieme. E’ una squadra di livello internazionale, ha battuto il Liverpool. Sono forti anche su palla inattiva, hanno avuto 3-4 angoli pericolosi col Cagliari, faccio fatica a trovare punti deboli, dobbiamo solo dare il massimo per creare le condizioni per fare l’impresa”.