Da Belotti a Lobotka: ma perché Massa continua ad arbitrare?

0
286




Permaloso o accondiscendente a seconda di chi protesta. Reo di diverse clamorose sviste. Forse è arrivato il momento di mandare in pensione il 42enne arbitro di Imperia Davide Massa.

Eppure nel 2021 c’erano tutti i presupposti per dismettere l’arbitro Massa, 194 presenze in Serie A e internazionale dal 2014, dopo la sospensione di oltre mese con l’accusa di aver gonfiato alcuni rimborsi spesa legati alla sua attività di arbitro.

Invece Massa è ancora in forza all’AIA (Associazione Italiana Arbitri) e continua a macchiarsi di sviste clamorose.

L’espulsione di Insigne in Inter-Napoli.

Stagione 2020-21: al Meazza al minuto 73 Inter e Napoli sono sullo 0-0 quando per un leggero tocco di Ospina su Darmian già in equilibrio precario, Massa fischia il rigore vincente per i nerazzurri espellendo Insigne per una normale frase di protesta ritenuta invece ingiuriosa dal permaloso (in questo caso) arbitro ligure.

Il gravissimo errore in Torino-Inter. QUI IL VIDEO

Nella stagione 2021-22 designato al VAR in Torino-Inter e con i granata in vantaggio per 1-0, malgrado abbia rivisto più volte l’episodio al monitor, valuta sul pallone mai toccato un violento tocco dell’interista Ranocchia sul piede del granata Belotti. La sua clamorosa svista induce l’arbitro Guida a non fischiare il rigore del possibile 2-0 per il ‘Toro’. Già questa clamorosa valutazione avrebbe dovuto indurre l’AIA a interrompere la carriera del fischietto ligure.

Spalletti si congratula con lui ma Massa lo espelle.

Stagione 2021-22 stadio Olimpico: al termine di Roma-Napoli 0-0, Spalletti si congratula con l’arbitro Massa che prende per ironici i suoi complimenti e lo espelle.

Lautaro-Lobotka: ancora una volta favorita l’Inter e sfavorito il Napoli.

Stagione 2023-24: allo stadio Maradona al minuto 42 di Napoli-Inter con le squadre sullo 0-0, l’azione del gol del vantaggio interista è viziata da un nettissimo fallo di Lautaro Martinez su Lobotka non fischiato da Massa, episodio accaduto proprio sotto i suoi occhi.

Una serie di sfortunati eventi o c’è dell’altro? Perché davvero non si spiega per quale motivo un arbitro che ha macchiato la sua carriera di episodi così clamorosi continui ancora ad arbitrare.