Dalla Premier League potrebbe partire la ‘guerra’ ai procuratori e ai trasferimenti facili

0
900




Lo scorso anno le commissioni incassate dai procuratori dei calciatori durante le sessioni di calciomercato hanno toccato i 250 milioni di euro, costi gravati sui bilanci dei club.

La Lega inglese sta ora pensando di cambiare le regole sulle commissioni spettanti ai procuratori.

L’intenzione è quella di far gravare il costo non più sulle società ma sugli stessi calciatori. Non solo. Inoltre si vogliono legare le commissioni anche alla durata del contratto per scoraggiare continui trasferimenti anche di uno stesso calciatore prima della scadenza di un contratto.

Ma la ‘guerra’ agli agenti dei calciatori potrebbe portare anche altre novità:

  • le reintroduzione di un esame da sostenere per ottenere la qualifica di agente;
  • l’obbligo di effettuare operazioni economiche tramite conti correnti aperti in banche del Regno Unito.