De Laurentiis: “Con il San Paolo figura del pezzente in Europa”

0
1029




Aurelio De Laurentiis è stato tra i protagonisti del convegno “Costruttori al…lavoro” che si è svolto a Napoli presso il Palazzo Reale. Il Presidente azzurro è stato tra i relatori al 19esimo meeting nazionale del gruppo giovani imprenditori edili dell’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili). Alla discussione hanno partecipato anche il presidente dell’associazione costruttori Gabriele Buia e il professore di economia Gustavo Piga.

Dopo aver ribadito che sulla permanenza di Sarri a Napoli “Chi vivrà vedrà”, oltre ad essere tornato sulle polemiche legate allo stadio San Paolo, il patron azzurro  è poi tornato su un suo vecchio pallino, quello di riformare Champions e Serie A.

“Mi piacerebbe cancellare la Champions e fare un campionato europeo. Un campionato europeo con le 20 squadre che hanno fatto meglio, con gironi di andata e ritorno  e partite da giocare il mercoledì e il giovedì. Mentre il sabato e la domenica  si giocherebbero i campionati nazionali.

Però la Serie A non può essere con 20 squadre. Con Lotito c’è una sola divergenza: entrambi vogliamo ridurre, lui però vuole attuare la politica dei piccoli passi e scendere a 18, io dico invece che nel 1986 eravamo 16 e dobbiamo tornare ed essere 16.

Sul San Paolo dico solo una cosa: non posso fare la figura del pezzente in Europa. Quando il Manchester City o il Real Madrid vengono qui posso fare per loro una cena da sogno, ma è fumo negli occhi. Siccome i soldi sono messi a disposizione dalla Regione io sono andato da Vincenzo De Luca per dirgli capiamo cosa fare. 

Legge sugli stadi inapplicabile. L’ha fatta Nardella, che ora è sindaco di Firenze, e non porterà nessun stadio alla riqualificazione. Se dovessi fare uno stadio con queste leggi mi rifiuterei.

Aspetto risposte per 100 ettari per realizzare ‘Casa Napoli’. Cercherò di costruire uno stadio che sarà un gioiello 30mila posti non con sediolini, vengo dal cinema e credo che si debba stare comodi. “on schermi alti 150 metri per la moviola così ci divertiremo e con un terreno di gioco che possa slittare verso esterno e far venir fuori una piattaforma per i concerti”.