De Laurentiis: “Il nostro obiettivo in Champions è qualificarci, PSG prestigiatore del bilancio”

0
585




Il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis alla vigilia del match di Champions contro i fracesi del PSGF, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano ‘Le Parisienne’.

Questi i passaggi più interessanti delle dichiarazioni del patron azzurro:

“Il nostro obiettivo è la qualificazione. C’è anche un interesse economico oltre all’occasione per dimostrare il valore dei nostri giocatori.

Il PSG non ha problemi economici. Se ha un bilancio in rosso, come un prestigiatore lo fa diventare bianco. Per me il calcio non è un modo per fare altri investimenti. Con i russi, i qatarioti, gli arabi e forse i cinesi in futuro, è molto facile nascondere i finanziamenti. Se i qatarioti sponsorizzano il PSG via Qatar Airways con 100 milioni di euro sulla maglia, nessuno dice nulla. In Italia, ci sono almeno quattro squadre che non dovrebbero giocare, perché sono piene di debiti … Dovrei fare un’indagine, ma non è compito mio. Conosco Nasser Al-Khelaïfi, è una grande persona. Non ho nulla da dire, il problema è al di sopra. È un problema politico. Il PSG si potrebbe definire Paris Qatar

Mi piace molto Ceferin, ma deve essere diplomatico. È un avvocato, è molto intelligente.

Neymar? Se qualcuno viene valutato a 180 o 200 milioni, posso dire che Koulibaly, che è il miglior difensore in Europa, lo valuteremo tra 150 e 200 milioni … Ma non è in vendita.

Sospetti su PSG-Stella Rossa? Non saprei. Se l’UEFA non è in grado di garantire la trasparenza di una competizione, è un problema che non mi riguarda.

Cavani più felice a Napoli? Devi essere pazzo per non essere felice a Napoli. Questi ragazzi devono svegliarsi, andare ad allenarsi e hanno finito. Li paghiamo per divertirsi. Dopo, hanno la libertà di vivere in una situazione idilliaca. Per lui le porte di Napoli sono sempre aperte. Se non vuole giocare per il PSG e riduce il suo stipendio, troveremo un accordo con il club francese. Nessuno vuole tenersi un giocatore di questa importanza insoddisfatto. Non ha più 24 anni, ma è quasi impossibile per lui farsi male, è elastico. Può giocare fino a 38 anni.

Volevo prendere Areola. Ho parlato con il suo agente, Mino Raiola, ma aveva altre idee per lui. Sono molto contento dei nostri tre portieri. Non ho mai avuto tre portieri del livello di Meret, Ospina e Karnezis. Hanno talento e personalità.

Mbappè da Pallone d’Oro? Il campionato francese è molto debole. Se il Napoli giocasse in Francia, potrebbe vincere anche il campionato. Sono sicuro che sarebbe molto competitivo. C’è il PSG e dietro di lui, il diluvio, nessuno”.