Dopo il triangolare di Castel di Sangro, senza i 13 nazionali inizia la seconda fase del ritiro poco utile a Gattuso

0
647




Archiviata la ‘sgambatura’ fatta nel triangolare con Castel di Sangro e L’Aquila, il Napoli dopo il giorno e mezzo di riposo riprende gli allenamenti questo pomeriggio sul campo dello stadio Patini di Castel di Sangro in Abruzzo. 

Da oggi parte una nuova fase del ritiro del Napoli, quanto utile a Gattuso difficile quantificarlo.

Con l’assenza di Petagna e la partenza dei tredici Nazionali (Meret, Hysaj, Di Lorenzo, Rrahmani, Mario Rui, Maksimovic, Fabiàn, Elmas, Zielinski, Lobotka, Insigne, Mertens, Milik) restano in Abruzzo solo 7 calciatori del Napoli 2020-21 (Ospina, Contini, Manolas, Demme, Lozano, Politano, Osimhen), 3 dal futuro incerto (Koulibaly, Luperto, Malcuit), 12 che sicuramente non faranno parte del futuro immediato del Napoli (Daniele, Ghoulam, Senese, Machach, Gaetano, Allan, Tutino, Bifulco, Ciciretti, Llorente, Younes, Ounas).

Ai 22 calciatori rimasti si sono aggiunti i convocati dell’ultim’ora: Prezioso (1996), Palmiero (1996), Zerbin (1999), D’Agostino (2003), Ferrari (1995), Labriola (2001), Mezzoni (2000), Sgarbi (2001), Zanoli (2000).

Cosa potrà mai provare Gattuso negli allenamenti in programma da oggi e fino alla fine del ritiro? Quali indicazioni utili per la prossima stagione potrà mai raccogliere il tecnico dal’amichevole con il Teramo del 4 settembre?

Tutto rinviato a Castel Volturno.