Empoli-Napoli 1-0: la conferenza di Nicola in tre punti

0
86




L’allenatore dell’Empoli Davide Nicola in conferenza stampa ha commentato la gara di campionato giocata allo stadio Castellani contro l’Empoli.

Questi i passaggi più interessanti delle sue dichiarazioni.

Sulla gara con il Napoli.

“Nel primo tempo abbiamo avuto intensità e qualità, siamo stati aggressivi e abbiamo avuto buoni tempi di uscita. Nel secondo tempo abbiamo speso tanto ma siamo stati bili a mantenerci compatti, i braccetti salivano anche oltre i centrocampisti. . Non abbiamo concesso disattenzioni al Napoli. Siamo stati bravi ad attaccare il retropassaggio seguendo le linee. Mi è piaciuto lo spirito ed è la risposta che volevamo darci.”

Sui alcuni singoli della sua squadra.

“Fazzini diventerà molto forte se tiene questa mentalità, il suo primo tempo è stato eccezionale. Ha grandi prospettive ma anche ha bisogno di maturare ancora. Grassi non lo scopro io, è un giocatore che se messo in certe condizioni ha tempi di gioco. Purtroppo lo abbiamo avuto assente per molto tempo, ma ci puntiamo. Cerri? Non abbiamo ancora possibilità di vedere come sta. Intanto sono contento per lui per il gol perché se lo meritava””

Sul momento dell’Empoli.

“Il problema è che negli allenamenti non hai il coinvolgimento emotivo che hai in partita. Cerchi di inventarti delle cose per coinvolgerli di più. Ormai non basta più allenarsi ma bisogna avere la capacità di lettura, che richiede concentrazione incredibile. Adesso è giusto staccare per preparare la prossima. Per me ogni partita è uno scontro diretto, devi avere la capacità di andare a prendere i punti dove è possibile. Certo, togliere punti a una diretta concorrente sarebbe importante, ma a volte non ci si riesce. Frosinone è tra due partite e a me interessa solo la prossima partita, contro una squadra, l’Atalanta, che ci metterà a dura prova. Credo che l’Empoli stia dimostrando di crederci, storicamente sarebbe una conquista personale incredibile”