Gasperini in conferenza: “Del Napoli temo la forza e la qualità, ma noi abbiamo grande consapevolezza”

0
80




L’allenatore dell’Atalanta in conferenza stampa ha presentato la sfida di campionato in programma domani contro il Napoli al San Paolo. 

“Inizia una striscia molto importante di gare, quelle della Champions saranno più determinanti. Dovremo affrontare al meglio tutte le partite. Sono tutte gare di difficoltà notevole.

Noi vogliamo fare la nostra partita. Vogliamo proseguire il nostro percorso, andiamo a giocare contro una squadra forte ma abbiamo grande consapevolezza. È una partita che può dare segnali importanti. Noi ci siamo radunati solo oggi, ma può essere un vantaggio aver giocato con le rispettive nazionali.

Voglio una squadra che vada ad affrontare la sfida con il piglio giusto. Ancora non ho sentito le parole di Gattuso, ma comunque hanno potuto migliorare certe situazioni tattiche. Le certezze si vedranno comunque domani.

Del Napoli temo la forza e la qualità, è una squadra che si candida per vincere il campionato. Noi dobbiamo valutare ogni gara in base alle caratteristiche dell’avversario e in base alle nostre capacità. Il Napoli è forte in attacco, facciamo riferimento alle partite giocate contro di loro, conosciamo sia i punti di forza che i punti deboli.

Il Napoli gioca sempre in maniera propositiva. Siamo due squadre che si conoscono bene. Il Napoli è una squadra che non ha ancora subito gol ma noi siamo in un buon momento. 

Ilicic viene a Napoli, vedremo se dall’inizio o a gara in corso. Queste settimane sono state determinanti per recuperare giocatori come Piccini e Pessina. Gollini è sulla buona strada. Porto anche Miranchuk: ha perso un mese, ma ha recuperato l’infortunio.

Toloi sta bene, ha superato un piccolo problema. Caldara ha avuto questo intervento, speriamo di recuperarlo bene. Romero si è allenato molto bene, è quello più facilmente inseribile.

Il Papu Gomez è un grandissimo campione, ha raggiunto dei valori incredibile. Potrebbe giocare in qualsiasi squadra d’Europa, può giocare anche nell’Inter o nella Juve. La sua capacità è giocare in modo completo nelle zone vive del campo. Quest’anno può giocare anche in mezzo al campo e darci una mano anche in fase difensiva. Poi le cose migliori le fa quando attacca. Zapata e Muriel li vedo oggi dopo le nazionali, si allenano nel pomeriggio. La mia intenzione è portarli comunque a Napoli”.