Genk-Napoli 0-0, le pagelle di Football Napoli News: partita inguardabile sotto tutti i punti di vista

0
238




Alla Luminus Arena di Genk il Napoli ha pareggiato 0-0 con i padroni di casa nella seconda giornata della Champions League 2019-20. Le pagelle.

ANCELOTTI: 4 – Squadra che è sembrata senza condizione fisica e mentale, manovra poco fluida e tanta confusione sia nella fase difensiva che nello sviluppo della manovra. Centrocampo che non protegge a dovere la difesa e con poca fantasia nell’impostazione. I pali, le traverse e i gol falliti da Milik non possono e non devono essere un alibi per una squadra con la stessa anima di Belgrado, di Salisburgo, di Londra…in pratica dopo un anno l’atteggiamento in trasferta in Europa non è cambiato. Tocca ad Ancelotti trovare la soluzione e i rimedi è pagato soprattutto per questo. Un azzardo escludere contemporaneamente dalla formazione iniziale Insigne e Mertens.

MERET: 7,5 – Nel primo tempo tiene in partita il Napoli, nella ripresa quasi spettatore non pagante.

DI LORENZO: 6,5 – A destra una prestazione straordinaria, bene anche a sinistra ma meno a sua agio

MANOLAS: 6 – Quando si tratta di distruggere è il numero uno ma non va mai oltre il minimo sindacale.

KOULIBALY: 6,5 – Muro invalicabile anche se per il poco filtro del centrocampo in qualche occasione ha dovuto arrangiarsi per fermare gli attaccanti avversari.

MARIO RUI: 6 – Un problema muscolare lo ha frenato praticamente da subito, ma nei 33 minuti in cui è stato in campo non è dispiciuto.

CALLEJON: 5 – Il palo gli nega il gol ma poi ne fallisce uno clamoroso, poco reattivo e poco presente in fase difensiva.

ALLAN: 5 – Sbagoia tanto e in certe occasioni è stato anche d’impacci alla manovra.

FABIÀN: 5 – Primo tempo da dimenticare, meglio nella ripresa ma è mancata concretezza e dinamismo.

ELMAS: 5 – Era l’occasione per confermare le belle cose fatte vedere finora, invece ha deluso e tanto.

LOZANO: 5 – Primo tempo assente, secondo tempo sull’esterno più partecipe ma evanescente.

MILIK: 4,5 – La palla non entra due volte la traversa due volte per clamorosi errori suoi sotto porta, non aiuta la squadra e a tratti è sembrato anche distratto.

MALCUIT: (dal 33′ posto di Mario Rui) 5 – La sinistra non è la sua fascia ma dopo il normale imbarazzo iniziale ha trovato il passo giusto per non demeritare. Cresce nella ripresa passato a destra ma poco efficace nella rifinitura.

MERTENS: (dal 60′ al posto di Elmas ) 6 – Ha provato a portare qualità e dinamismo alla manovra e alla rifinitura ma non sempre ci è riuscito però più positivo di tanti compagni scesi in campo dall’inizio.

LLORENTE: (dal 72′ al posto di Milik) S.V. – Non ha la possibilità di mettere in mostra le sue capacità.

ARBITRO István Kovács (Romania): 6,5 – Lascia giocare molto anche se qualche fallo in più andava fischiato ma prestazione decisamente positiva.