Giochiamo con le fasce del sorteggio Champions: come sarebbero in base al fatturato dei club e ai titoli vinti?

0
147
Sorteggio Champions League




C’è grande attesa per il sorteggio dei gironi eliminatori della Champions League 2019-20 in programma a Montecarlo alle ore 18:00 di oggi. 

Ricordiamo i tre punti fondamentali che saranno seguiti durante il sorteggio:

  1. Non possono essere inserite nello stesso girone squadre della stessa fascia;
  2. Non possono essere inserite nello stesso girone squadre della stessa nazionalità;
  3. Per motivi politici non possono essere inserite nello stesso girone squadre russe e ucraine.

Queste le quattro fasce formate la prima in base a chi ha vinto i campionati nei primi sei Paesi del ranking UEFA più i campioni in carica di Champions League ed Europa League, mentre le altre tre in base al ranking UEFA al 30 giugno 2019.

Ma come sarebbero le quattro fasce se fossero formate in base ai fatturati al 2018 dei 32 club partecipanti alla Champions League 2019-20?

Nessuna sorpresa particolare. La prima fascia sarebbe rispettata per sette ottavi con la sola eccezione del Real Madrid che prenderebbe il posto dello Zenit San Piatroburgo. Il Napoli resterebbe in seconda fascia che invece cambierebbe, Zenit al posto del Real Madrid a parte, anche per l’ingresso di Inter, Valencia e Lione al posto di Ajax, Benfica e Leverkusen. Il fatturato delle squadre con valore zero purtroppo non è stato possibile consultarli sui siti specializzati.

Queste invece le ipotetiche fasce se il parametro per formarle fosse stato il valore delle rose (importi fonte transfermarkt). Il Napoli resterebbe in seconda fascia, mentre il Bayern Monaco lascerebbe il proprio posto al Tottenham.

Decisamente stravolte le fasce se dovessero essere formate in base ai trofei vinti dai vari club nella loro storia. Il Napoli ad esempio scivolerebbe mestamente in quarta fascia.