Gli avversari. Dal Perugia dei record con Bagni, alla squalifica di Paolo Rossi per illecito fino agli anni di Gaucci

0
255




Negli ottavi di finale di Coppa Italia il Napoli affronta in gara unica ad eliminazione diretta il Perugia, martedì 14 gennaio alle ore 15:00 allo stadio San Paolo. 

Squadra dalle quattro nascite (1905 anno della fondazione, 1940-2005-2010 anni delle rifondazioni) il Perugia è entrato nella storia del calcio italiano alla fine degli anni ’70 e inizi degli anni ’80.

Nella stagione 1978-79 quando ha sfiorato lo scudetto arrivando secondo alle spalle del Milan, senza aver subìto neanche una sconfitta in campionato. Era la squadra del presidente D’Attoma allenata da Ilario Castagner e con in squadra Malizia tra i pali, Frosio e Della Martira in difesa, Paolo Dal Fiume a centrocampo e l’ala destra Salvatore Bagni al fianco degli attaccanti Casarsa e Speggiorin.

Mano nobile la pagina di storia che ha travolto il Perugia e altre squadre nella stagione 1979-80 quando è scoppiato lo scandalo del calcio scommesse che ha visto gli umbri penalizzati di 5 punti nel campionato successivo e squalificati i calciatori Della Martira (5 anni), Luciano Zecchini (3 anni) e Paolo Rossi (2 anni).

Successivamente la storia del Perugia vive di alti e bassi e rivive un po’ di gloria negli anni ’90 quando Gaucci diventa presidente del club e lo porta dalla Serie C fino alle coppe europee.

Il Perugia degli ultimi anni è parente lontano dalle squadre che hanno scritto la storia del club. Milita in Serie B dal 2014-2015 e manca dal campionato di Serie A dalla stagione 2003-2004.

In Coppa Italia ha già eliminato la Triestina (vittoria per 1-0 a Perugia), il Brescia (vittoria per 2-1 in casa dopo i supplementari), e il Sassuolo (vittoria in trasferta per 2-1).

In questa stagione occupa con 27 punti il sesto posto in classifica del campionato di Serie B in piena zona play-off. Al termine delle 19 gara del girone di andata ha ottenuto 7 vittorie (2 in trasferta), 6 pareggi (3 in trasferta) e 6 sconfitte (4 in trasferta). Settimo attacco della Serie B con 24 gol segnati (10 in trasferta), il Perugia è la tredicesima difesa del campionato cadetto con 25 gol incassati (16 in trasferta).

Al termine del girone di andata ha cambiato allenatore passando dall’ex Napoli Massimo Oddo a Serse Cosmi che farà il suo esordio proprio contro il Napoli. Essendo la prima gara ufficiale dell’era Cosmi, difficile prevedere quali potranno essere i punti deboli e i punti di forza della squadra. Il modulo dovrebbe essere il 3-5-2 e in rosa gli elementi di maggiore spicco sono il difensore slovacco Gyomber (ex Roma), il giovane Balic (ex Udinese), l’esperto difensore Rosi (ex Roma, Fiorentina, Parma e Genoa) e gli attaccanti Falcinelli (ex Inter, Sassuolo, Fiorentina e Bologna) e Iemmello capocannoniere della squadra e del campionato di Serie B.