Gli avversari. Il Bologna di Mihajlovic: forte in attacco ma non insuperabile in difesa

0
101




Nella settima giornata del campionato di Serie A il Napoli affronta allo stadio Dall’Ara il Bologna. 

Il Bologna è 13esimo in classifica con 6 punti alla pari del Benevento. Nelle prime sei giornate ha ottenuto 2 vittorie (entrambe in casa 4-1 con il Parma e 3-2 con il Cagliari) e 4 sconfitte (un in casa 3-4 con il Sassuolo). Ha superato il primo impegno in Coppa Italia battendo in casa 2-0 la Reggina.

Il Bologna è allenato da Sinisa Mihajlovic dal gennaio 2019 e proprio la continuità del tecnico sebo è uno di punti di forza della squadra.

Mihajlovic di solito schiera la squadra con il 4-2-3-1 e con baricentro alto provando sempre a fare la partita e imporre il proprio gioco in velocità. Pressing a tutto campo e tanta intensità, abbinata a tanto agonismo, fanno del Bologna una squadra difficile da affrontare, anche se la difesa non è proprio impeccabile. Proprio la notevole intensità che chiede Mihajlovic ai suoi porta il Bologna ad avere un vuoto agonisitco nella parte centrale del secondo tempo.

Proprio per questi motivi non è da escludere però che Mihajlovic possa seguire l’esempio di altre squadre che hanno messo in difficoltà il Napoli e quindi snaturare parzialmente la propria squadra arretrando il baricentro per togliere la profondità a Osimhen.

Mihajlovic chiede ai suoi giocatori un giro palla veloce e lo sviluppo della manovra sulle fasce laterali dove agiscono da una parte De Silvestri e Orsolini e dall’altra Hichey e Barrow. Il gioco sulle fasce consente al trequartista Soriano di attaccare gli spazi e creare superiorità in area avversaria grazie anche al pregevole gioco di sponda del sempre pericoloso Palacio. Particolare attenzione alla velocità di Barrow, bravo ad accentrarsi e arrivare alla conclusione risultando così uno dei calciatori più imprevedibili dei rossoblu.

Mihajlovic deve però fare i conti con le possibili assenze di ben 7 calciatori Medel, Dijks, Mbaye, Poli, Santander, Skov Olsen e Sansone. Due possibili ballottaggi: Svanberg-Dominguez a centrocampo e il più difensivo Denswil con il 18enne Hickey sulla fascia sinistra.

Come potrebbe giocare il Bologna