Gli avversari. Il Sassuolo contro il Napoli cerca la prima vittoria casalinga del 2018

0
352
allan (Napoli) durante la partita di Campionato fra Napoli e Sassuolo. Calcio - Serie A 2015/2016 - Napoli 16/01/2016 - Ciro Sarpa ©




Nella 30esima giornata del campionato di calcio di Serie A al Mapei Stadium di reggio Emilia sabato 31 marzo alle ore 18:00 il Napoli affronta i Sassuolo. 

I neroverdi sono tornati alla vittoria nell’ultimo turno di campionato in casa dell’Udinese, vittoria che mancava dallo scorso 23 dicembre quando contro l’Inter il Sassuolo ha conquistato l’ultima vittoria casalinga.

Peggior attacco con appena 18 gol al’attivo (6 in casa) il Sassuolo è la quint’ultima difesa del campionato con 48 gol subìti (18 in casa). La fase difensiva del Sassuolo sembra patire dei vuoti di concentrazione negli ultimi quindici minuti dei due tempi.

La squadra emiliana dopo 28 gare, mercoledì 4 aprile deve recuperare la trasferta di Chievo rinviata dopo la morte di Astori, con 27 punti occupa la 15esima posizione in classifica con appena tre punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

In questo campionato finora ha ottenuto 7 vittorie (2 in casa con Crotone e Inter), 6 pareggi (5 in casa con Genoa, Chievo, Torino, Cagliari e Spal) e 15 sconfitte (7 in casa con Juventus, Bologna, Udinese, Milan, Verona, Atalanta e Lazio).

Il Sassuolo è allenato da Giuseppe Iachini che dal 27 novembre, dopo la 14esima giornata, ha preso il posto dell’esonerato Bucchi.

Iachini prima della trasferta di Udine ha provato non snaturare la sua idea di gioco basata sul 4-3-3, ma dopo la vittoria in Friuli ottenuta con il 3-5-2 contro il Napoli potrebbe confermare questo modulo per passare in maniera camaleontica al 5-3-1-1 in fase di non possesso per poi lanciarsi negli spazi sfruttando la velocità di Politano, Babacar e del rientrante Berardi.

Al di là dei moduli e degli uomini che scenderanno in campo, la squadra di Sarri si troverà di fronte un avversario che ha bisogno di punti per allontanarsi dalla zona retrocessione e pronta a gettare il cuore oltre l’ostacolo pur di portare a casa almeno un punto.