Gravina annuncia: “Serie A a porte chiuse, Inter-Ludogorets e Juventus-Inter si giocheranno”

0
520




Il presidente della FIGC Gabriele Gravina in conferenza stampa ha fatto il punto sul prossimo turno di Serie A dopo il consiglio federale durante il quale si è discusso dell’allarme coronavirus. 

“Il Consiglio Federale ha eletto vice presidente della Federazione Paolo Dal Pino per proclamazione.

Questa mattina poi abbiamo avuto modo di informare il consiglio sull’incontro avuto in mattinata con la task force medica considerato il coronavirus. Con tutte le nostre Nazionali, in particolari le giovanili, ci limiteremo a un’attività monitorata e monitorabile. Abbiamo annullato alcuni stage in programma come quello dell’Under 19.

Abbiamo deciso per la Lega Pro di rinviare l’infrasettimanale e le gare della nona e decima giornata dei gironi A e B. Tutto ciò che comporta spostamento in zone che presentano criticità abbiamo deciso di stoppare le attività.

Ho inoltrato in mattinata al Ministro Speranza una richiesta ufficiale per la gara ufficiale di giovedì dell’Inter e siamo in attesa di un riscontro del Governo per la disposizione della gara a porte chiuse e ci aspettiamo un segnale positivo.

Abbiamo chiesto di poter disputare le gare a porte chiuse in Serie A, cosa che dovrebbe avvenire già a partire dalla prossima giornata.
Inter-Ludogorets e Juventus-Inter si giocheranno. 

Per il momento quello che emerge è una disposizione della sospensione delle manifestazioni sportive in alcune aree dell’Italia. Abbiamo dovuto diversificare le manifestazioni da quelle aperte al pubblico e non. Se ci sarà un peggioramento della situazione ci atterremo alle disposizioni del nostro Governo. Si naviga a vista ma con un po’ più di serenità. Dobbiamo tutti insieme collaborare per ottenere i migliori risultati.

Per il momento c’è un divieto di trasferta ai tifosi che arrivano dalle zone contaminate, ma non abbiamo parlato di rimborso biglietti. Faremo un passaggio con l’Antitrust. Sarà un aspetto economico importante da valutare. Il Governo ha previsto una serie di risarcimenti”.