I fatti del giorno. L’addio a Mondonico, il caso Younes, la meraviglia di Barzagli sul Napoli, il “Uhè guagliò” di Tonelli

0
416




Il riepilogo dei fatti più importanti della giornata.

  • All’età di 71 anni questa mattina ci ha lasciato Emiliano Mondonico. L’allenatore del Napoli all’inizio del nuovo millennio si è arreso dopo aver combattuto per diversi anni contro un mare incurabile.
  • Sulla vicenda Napoli-Younes è intervenuto l’ex interista Van Der Meyde: “È una storia strana, a volte parlo con Younes, ma non ha nulla da dire in proposito, è una situazione assurda anche per lui”.
  • In un’intervista lasciata a Sky Sport il difensore della Juventus Andrea Barzagli ha parlato della lotta scudetto: “Napoli? Non mi sarei aspettato che lo scontro diretto con gli uomini di Sarri potesse decidere il campionato, ma più si va avanti e più credo che arriveremo al rush finale insieme”.
  • Intervistato da Radio Kiss Kiss il difensore del Napoli Lorenzo Tonelli ha parlato del desiderio di realizzare un qualcosa di storico a Napoli e ha confidato che per strada i tifosi gli chiedono: “Uhè guagliò ma chist’anno c”a facimmo”
  • Sul fronte Napoli da Castel Volturno arrivano notizie incoraggianti circa la disponibilità di Hamsik e soprattutto Hysaj per la trasferta di Sassuolo.
  • Dura risposta del Dott. Alfonso De Nicola, responsabile dello staff medico del Napoli, alla Gazzetta dello Sport per un articolo pubblicato sulle cause del secondo infortunio di Milik.