I focus. Ancelotti: “Con la Juve test indicativo per dimostrare di essere competitivi, le sensazioni sono buone”

0
49
Ancelotti in conferenza stampa




L’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti ha tenuto la conferenza stampa alla vigilia del match contro la Juventus in programma allo Stadium di Torino sabato 31 agosto alle ore 20:45.

Questi i passaggi più interessanti delle dichiarazioni del tecnico dei partenopei.

  • “Con al Juve un test indicativo per cercare di dimostrare di essere competitivi. Le sensazioni sono buone, poi c’è il campo. Voglio vedere una squadra che gioca con personalità. Juve-Napoli alla seconda toglie un po’ di importanza al risultato. E’ una gara che si gioca con 14 giocatori che devono essere pronti. E’ un test importante, difficile, ma più è difficile e più deve esserci carattere. Milik non verrà convocato contiamo di averlo al 100% dopo la sosta. Ghoulam era pronto già Firenze”. 
  • “Girone di Champions migliore rispetto allo scorso anno, ma da affrontare con la massima attenzione”.
  • “Se Llorente arriva sono molto contento, può aiutarci ad aumentare la qualità della squadra.. Nessun rimpianto per Icardi. Sono arrivati giocatori nuovi che miglioreranno la qualità dell’organico.”
  • “Lozano è arrivato in un’ottima condizione, sta bene. Si sta adattando alle nuove idee, è pronto per giocare.”
  • “Ci son tanti arbitri bravi, Orsato ha grande esperienza internazionale. Nessun problema per noi.”
  • “Il Napoli a 3 a centrocampo ci può stare solo quando dobbiamo difendere bassi. Di Firenze mi è rimasto il sapore della vittoria in un campo difficile”.
  • “I 3 gol della Fiorentina sono arrivati da un rigore che non aveva modo di esistere e da un calcio d’angolo. Non sono preoccupato. Il problema della difesa a zona è legato alla copertura della tua zona e l’arrivo dei giocatori in corsa. I problemi che abbiamo avuto non sono legati alla condizione di Koulibaly e Allan. Davanti stanno facendo bene, se la palla esce pulita da dietro gli attaccanti possono sfruttare il campo in velocità”.
  • Maksimovic E’ una delle possibilità. Se giochi con due attaccanti centrali i terzini devono stare un po’ più stretti
  • Mercato? Io sono contento per quanto mi riguarda, ma speriamo di essere contentissimi. La società ha fatto ottime cose anche in uscita. Alcuni calciatori hanno chiesto di giocare di più e gliel’abbiamo concesso, tutto qui”
  • Nuove regole? Quella sul fallo di mano ha complicato le decisioni dell’arbitro. Si prova a renderlo oggettivo, ma alcune situazioni sono solo a discrezione dell’arbitro. Spero si faccia un passo indietro”.