I precedenti. Napoli imbattuto con il bravo Mariani malgrado i tre clamorosi errori dell’arbitro di Aprilia

0
180




Per la prima giornata del campionato di Serie A 2020-21 Parma-Napoli, in programma allo stadio Tardini domenica 20 settembre alle ore 12:30 con diretta TV su DAZN, è stata designata la seguente sestina arbitrale:

  • ARBITRO: Maurizio MARIANI di Aprilia;
  • assistenti di linea: Prenna e Margani;
  • IV uomo: Ros;
  • addetto al VAR: Aureliano;
  • assistente al VAR: Del Giovane.

L’arbitro Maurizio Mariani, 38enne consulenze informatico, è alla sua decima stagione tra la CAN di Serie A e quella di Serie B. Internazionale dal 2019, in carriera ha diretto 90 gare in Serie A dove ha esordito il 6 gennaio 2013 in Chievo-Atalanta 1-0. A livello internazionale ha arbitrato solo due gare dei preliminari di Europa League e in questa stagione la partita di Nations League Ungheria-Russia 2-3.

Mariani non ha mai arbitrato una sfida tra Napoli e Parma. 

Sono 6 i precedenti di Mariani con il Parma e gli emiliani hanno ottenuto 3 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. Nell’ultima stagione ha diretto Sassuolo-Parma 0-1, Parma-Bologna 2-2 e Lecce-Parma 3-4.

Sono 9 i precedenti di Mariani con il Napoli gli azzurri hanno ottenuto 8 vittorie e 1 pareggio. Nella stagione scorsa ha diretto Udinese-Napoli 1-1, Napoli-Juventus 2-1, Napoli-Torino 2-1 e Genoa-Napoli 1-2.

Ma sembra che la ‘sfortuna’ perseguiti Mariani nelle gare con il Napoli se si considerano almeno tre episodi controversi proprio della scorsa  stagione:

  • Udinese-Napoli: espulsione di Maksimovic per proteste con l’assistente di linea mentre il difensore del Napoli si riscaldava a bordo campo;
  • Napoli-Juventus: non vede un netto fallo di mano di Cuadrado negando un rigore al Napoli;
  • Inter-Napoli di Coppa Italia: da addetto al VAR non segnala all’arbitro Calvarese un netto mani in area di rigore interista del nerazzurro de Vrij.

Arbitro tra i più considerati dai vertici dell’AIA, prova a gestire le partite senza protagonismi dialogando molti con i calciatori. Però ha una media leggermente alta di 4,8 cartellini gialli a partita ed è particolarmente severo per quanto riguarda il gioco duro considerando la media espulsioni di 1 ogni 2,2 partite.

Non sempre ha mostrato grande personalità anche se è in crescita sotto questo punto di vista, ed è uno degli arbitri che fa molto affidamento ai suggerimenti del VAR.