Il Napoli deve crederci: Serie A vicinissima alla 5° squadra in Champions

0
232
Fonte SSC Napoli




La Champions League che prende il via dalla stagione 2024-25 presenta un nuovo format.

I nuovi format delle coppe europee.

Queste le principali novità che riguardano la Champions League (modifiche uguali anche in Europa League, simili in Conference League dove le partite della fase campionato sono però 6 per ogni squadra):

  • le partite di Champions League si giocheranno di martedì e mercoledì, mentre quelle delle altre due competizioni europee si giocheranno di giovedì; per ogni competizione è però prevista una settimana esclusiva senza le altre due competizioni e le gare di Champions in quella settimana esclusiva si giocano anche di giovedì;
  • il numero delle squadre partecipanti alla fase eliminatoria passa da 32 a 36;
  • la fase eliminatoria non si gioca più con 8 gironi ma con un girone unico (definito fase campionato);
  • in questo girone unico ogni squadra giocherà otto partite (contro le sei della vecchia fase a gironi) contro otto avversarie diverse con quattro partite in casa e quattro in trasferta;
  • il sorteggio delle partite prevede la suddivisione delle squadre in 4 fasce e ogni squadra deve affrontare due squadre di ogni fascia (almeno una in casa e almeno una in trasferta per ogni fascia);
  • la classifica del girone è unica e al termine della fase campionato si procede così:
    – le prime otto in classifica passano agli ottavi di finale;
    – le squadre classificate dal 9° al 24° posto per accedere agli ottavi si sfidano in uno spareggio con gare di andata e ritorno con le squadre classificate da 9° al 16° posto che giocano la gara di ritorno in casa;
    – le squadre classificate dal 25° al 36° posto saranno fuori da ogni competizione europea;
  • dagli ottavi di finale in poi il format resta lo stesso con la fase a eliminazione diretta con gare di andata e ritorno;
  • 4 slot aggiuntivi:
    – uno alla squadra terza in classifica del campionato della federazione calcistica che occupa il quinto posto nel ranking UEFA (ad oggi la Francia);
    – uno in più alle squadre vincitrici dei campionati nazionali che partecipano ai turni preliminari;
    – il terzo e il quarto sono invece dei posti aggiuntivi (uno a testa) per le prime due federazioni calcistiche che hanno collezionato la più alta media punti nelle tre competizioni europee nella stagione in precedente (per la Champions 2024-25 quella in corso).

Il calcolo del punteggio per i due posti bonus riservati alle due federazioni calcistiche che hanno conquistato più punti nelle coppe europee nella stagione precedente.

L’UEFA per il ranking della stagione 2023-24 delle federazioni calcistiche ha previsto per ogni singola squadra di ogni federazione questa modalità di calcolo:

  • CHAMPIONS LEAGUE:
    – 2 punti per ogni vittoria nella fase a gironi e nella fase a eliminazione diretta (fino ai supplementari);
    – 1 punto per ogni vittoria nei preliminari;
    – 1 punto per ogni pareggio nella fase a gironi e nella fase a eliminazione diretta (fino ai supplementari);
    – 0,5 punti per ogni pareggio nei preliminari;
    – 4 punti bonus per la partecipazione alla fase a gironi;
    – 1 punto bonus per ogni passaggio di turno dopo gli ottavi di finale.
  • EUROPA LEAGUE:
    – 2 punti per ogni vittoria nella fase a gironi e nella fase a eliminazione diretta (fino ai supplementari);
    – 1 punto per ogni vittoria nei preliminari e negli spareggi;
    – 1 punto per ogni pareggio nella fase a gironi e nella fase a eliminazione diretta (fino ai supplementari);
    – 0,5 punti per ogni pareggio nei preliminari e negli spareggi;
    – 4 punti bonus per le vincitrici dei gironi eliminatori;
    – 2 punti bonus per le seconde classificate nei gironi eliminatori;
    – 1 punto bonus per ogni passaggio di turno dopo gli ottavi di finale.
  • CONFERENCE LEAGUE:
    – 2 punti per ogni vittoria nella fase a gironi e nella fase a eliminazione diretta (fino ai supplementari);
    – 1 punto per ogni vittoria nei preliminari e negli spareggi;
    – 1 punto per ogni pareggio nella fase a gironi e nella fase a eliminazione diretta (fino ai supplementari);
    – 0,5 punti per ogni pareggio nei preliminari e negli spareggi;
    – 2 punti bonus per le vincitrici dei gironi eliminatori;
    – 1 punto bonus per le seconde classificate nei gironi eliminatori;
    – 1 punto bonus per ogni passaggio di turno dopo i quarti di finale.

La media punti si calcola dividendo tutti i punti conquistati dalle squadre di una singola federazione per il numero di squadre che di quella federazione hanno preso parte fin dall’inizio alle tre competizioni europee (ad esempio diviso 7 per l’Italia e la Germania, diviso 8 per Inghilterra e Spagna, diviso 6 per la Francia)

La situazione delle cinque federazioni in lotta per avere uno dei due posti bonus in Champions League.

Le cinque federazioni in lotta per avere uno dei due posti aggiuntivi nella prossima Champions League sono, in odine di classifica:

  1. Italia 7 squadre partecipanti: punti 17,714
  2. Germania 7 squadre partecipanti: punti 16,357
  3. Inghilterra 8 squadre partecipanti: punti 16,250
  4. Francia 6 squadre partecipanti: punti 14,750
  5. Spagna 8 squadre partecipanti: punti 14,437.

Perché l’Italia è vicinissima a qualificare anche la 5° classificata in campionato alla prossima Champions League.

Come visto l’Italia parte da 17,714 punti e di sicuro, nel peggiore dei casi, grazie allo scontro diretto tra Roma e Milan nei quarti di Europa League può aggiungere altri 0,714 punti arrivando almeno a 18,428 punti nel ranking stagionale (al di là di chi li conquista tra Roma e Milan: 2 per la gara di andata, 2 nella gara di ritorno e 1 per il passaggio alle semifinali: 5 punti diviso le 7 squadre italiane che hanno preso parte alle coppe europee in questa stagione=0,714).

In base alla classifica attuale, alla modalità di calcolo del punteggio e agli scontri diretti in Champions League e a quelli in Europa League e Conference League delle rivali dell’Italia, è difficilissimo che ci sia il sorpasso di più di una federazione ai danni dell’Italia, sorpasso che diventerebbe addirittura impossibile con una eventuale doppia vittoria in Conference League della Fiorentina con i cechi del Viktoria Plzen.