Il sogno nel cuore deve continuare, pericolosa follia sfasciare tutto e ricominciare daccapo

0
912




C’era una volta una principessa amata da tutti perché era la più bella da veder giocare al calcio. Ma una regina malefica non invitata alla festa del vero sport, lanciò contro la bella principessa un maleficio. La bella principessa punta dal preliminare di Champions League cadde così in un sonno profondo.

Era il 16 di agosto del 2017 e mentre la principessa si addormentava, iniziava a sognare un bel principe tricolore che baciandola le avrebbe regalato il risveglio felice atteso da 28 anni.

Ma un sabato sera il principe tricolore in groppa al suo cavallo azzurro, mentre cavalcava nella nebbia dell’antisportività, venne rapito dagli scagnozzi della regina malefica.

Rinchiuso nelle prigioni del triste regno di “La vittoria a tutti i costi” il principe tricolore fu costretto a baciare la regina malefica che però non amava per la sua prepotenza, il suo potere e la sua arroganza.

Tranquilli la favola non finisce così. Manca ancora la seconda parte con il lieto fine dove il principe tricolore fugge dal regno de “La vittoria a tutti i costi” per correre dalla sua bella principessa, per baciarla e trasformare in realtà quel sogno custodito gelosamente nel cuore mentre dormiva.

Ma per farli incontrare non bisogna distruggere il regno e perdere tempo a ricostruirlo. Anche perchè si correrebbe il rischio che cambiando aspetto al regno il principe potrebbe confondersi entrare in un castello diverso che nel frattempo si è fatto più bello e più forte e baciare un’altra principessa.

Sarebbe un vero peccato, poi una favola è bella quando c’è il lieto fine!

Buon Forza Napoli a tutti!