Insigne festeggia le 200 in Serie A con un gol d’autore

0
727




Lorenzo Insigne è qualcosa di più di un giocatore del Napoli. Di questa squadra è anche tifoso. Lui napoletano di nascita e non di adozione come i suoi compagni.  

Nei momenti difficili si è caricato la squadra sulle spalle gettando il cuore oltre l’ostacolo, dando l’esempio a chi era in debito di energie mentali o fisiche.

Criticato in maniera ingenerosa per qualche conclusione che sbagliano anche altri attaccanti considerati top players,  contro l’Udinese ha segnato il suo 14° gol stagionale.

Un gol importante che ha permesso al Napoli di affrontare l’intervallo con il risultato di parità.

Un gol che se lo avesse segnato un’attaccante di qualche altra squadra mediaticamente più considerata, sarebbe stato analizzato in ogni dettaglio per la sua bellezza. Un gol che sembra facile, ma invece frutto di una giocata strepitosa e di un tocco di precisione che solo un campione può fare.

Insigne con questo gol ha voluto festeggiare nel modo migliore la sua partita numero 200 in Serie A, presenze tutte collezionate con la maglia del Napoli, la sua seconda pelle.

L’esordio con Mazzarri in panchina il 24 gennaio 2010 in Napoli-Livorno 0-2. Poi altre 37 presenze con Mazzarri nella stagione 2012-13, quindi le 56 nei due anni di Benitez e infine le altre 106 nel Napoli di Sarri.

Ma il bello per Insigne, con la maglia del Napoli, deve ancora venire.