Klopp: “Temo l’effetto San Paolo, Napoli buon mercato con Manolas e Di Lorenzo”

0
197




Nella calda sala stampa dello Stadio San Paolo l’allenatore del Liverpool Jürgen Klopp e il centrocampista Herdenson hanno presentato in conferenza stampa la gara di Champions contro il Napoli.

Inizia il capitano dei reds Henderson.

Oggi abbiamo fatto un allenamento e parlato della partita non del nostro percorso in Europa. Vogliamo vincere domani ma conosciamo il valore del Napoli. Domani ci vedremo la mattina e mostreremo ai calciatori cosa fare, l’anno scorso abbiamo imparato tanto da quella partita. Se non dovessimo difendere bene sarà dura perché il Napoli è una squadra molto forte che ammiro molto.

Ogni squadra vuole sempre vincere contro il Liverpool. Il Napoli è una bella squadra e sarà difficile. Solo con una bella prestazione potremo vincere domani. 

Siamo un gruppo affamato e vogliamo ancora vincere. Da domani vogliamo vincerle tutte.

L’anno scorso non giocammo bene, da lì siamo migliorati perché abbiamo capito cosa abbiamo sbagliato. Spero in una partita diversa, bisognerà fare una grande partite perché il Napoli è forte. 

È presto per dire se siamo i favoriti. Siamo migliorati e vogliamo continuare a crescere già a partire da domani”.

Quindi è il momento di mister Klopp.

“La vittoria della Champions è un’esperienza che cercheremo di usare nel modo giusto. È molto facile andare avanti quando si ha del carattere. È ovvio che quando si iniziano a comprare droga, alcol e macchine diventa più difficile. Non so se Zidane ha risposto a queste domande quando ha vinto la Champions. Non so se riusciremo a vincerla ancora ma ci proveremo.

In Europa ci sono tante squadre forti. Il City la più forte in assoluto. Spogliatoi? Sono brillanti, in ottime condizioni ma non ci sono grosse differenze rispetto a quelli dello scorso anno. Forse hanno lavorato solo su quelli di casa perché non funziona il condizionatore.

Insigne? Ogni volta che becco Insigne mi ride in faccia e dopo le partite ride ancora di più. Stiamo studiando come fermarlo, speriamo di riuscirci. Pareggio? Se dovessimo meritarlo lo accetterei, come accetterei un pari con un po’ di fortuna. Se dovessimo meritare di vincere preferirei vincerla.

Effetto San Paolo? Si, lo temo…

Non so se le squadre giocheranno diversamente contro di noi perché non avevo mai vinto la Champions, speriamo di essere pronti. Il Napoli ha mantenuto la sua ossatura e un buon mercato con Manolas e Di Lorenzo. Noi siamo in una situazione simile perché non sono arrivati grandi colpi ma abbiamo lavorato sulle nostre basi. Il Napoli è una squadra testarda, che vuole giocare a calcio, che da andare tra le linee e in profondità. Contro di loro dovremo difendere e loro dovranno fare altrettanto.

Non so cosa sia successo tra le due partite ma sicuramente ad Anfield abbiamo difeso meglio è fatto tutto quello che qui non avevamo fatto. Non ho dubbi sulle qualità dei miei giocatori ma è sempre il calcio, sono esseri umani e possono succedere tante cose. Cercheremo di eguagliare il livello dello scorso anno anche se è difficile misurarlo. Vogliamo sfruttare le nostre qualità e lottare facendo del nostro meglio”.