La scheda. Ospina dal mondiale con la Colombia alla Champions con il Napoli

0
1590




Manca l’ufficialità ma il portiere colombiano David Ospina Ramirez a breve dovrebbe diventare un nuovo calciatore del Napoli. Chiuso da Cech e Leno, Ospina ha deciso di lasciare l’Arsenal. 

Ospina è nato a Medellin in Colombia il 31 agosto 1988. Ha iniziato la sua carriera da professionista con la squadra colombiana dell’Atletico Nacional Medellin nel 2005 all’età di 17 anni. Ha collezionato 7 presenza in Copa Libertadores e 4 in Copa Sudamericana, subendo 8 gol. Manca il dato statistico dei gol subìti da Ospina nelle 97 partite giocate nel massimo campionato colombiano.

Nella stagione 2008-2009 diventa il portiere titolare del club francese del Nizza dove ha giocato in totale 199 partite (2 in Europa League) e subendo 237 gol (2 in Europa League).

Nella stagione 2017-2015 viene scelto come dall’Arsenal come vice Cech. Con il club inglese ha giocato in totale 70 gare (14 in Champions League e 10 in Europa League) subendo 76 gol (28 in Champions League e 9 in Europa League).

L’ormai trentenne portiere è anche il titolare della Colombia, dove ha collezionato 90 presenze con 76 reti al passivo. Ospina è stato tra i protagonisti dell’explit della Colombia prima nelle qualificazioni poi nella fase finale dei mondiali.

In carriere Ospina ha vinto 2 campionati colombiani, 2 Coppe d’Inghilterra e 3 Community Shield.

Giudicare Ospina un portiere di prima fascia ne aumenterebbe la pressione e le attese e, quindi, non lo aiuterebbe certo nel suo inserimento in una realtà calcistica nuova. Di certo a Ospina non mancano la reattività e la concentrazione tra i pali, la spregiudicatezza nelle uscite e l’esperienza e la personalità per guidare la difesa del Napoli.

L’unica perplessità nasce dalle poche presenze (appena 35) nelle ultime due stagioni con l’Arsenal, anche se 18 le ha giocate nelle coppe europee (8 in Champions e 10 in Europa League).