Le formazioni di Ancelotti: cercasi turnover disperatamente, solo a Lecce è possibile trovarlo

0
253




Il turnover questo sconosciuto. Ormai quando si parla del Napoli il primo argomento che anima le discussioni è il turnover. Troppe volte però in maniera superficiale più per seguire la moda del momento e non per aver analizzato i dati oggettivi.  

Il presunto turnover di Ancelotti è stato definito in tutti i modi possibili e immaginabili, da qualcuno addirittura “feroce”.

In realtà Ancelotti il turnover vero e proprio lo ha scelto una sola volta, nella gara vinta a Lecce 4-1. Contro i salentini Ancelotti ha schierato dal primo minuto solo quattro di quelli che al momento potremmo definire “l’undici titolare” che, in base al minutaggio dei vari calciatori utilizzati da Ancelotti, si può così considerare:

Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabiàn, Zielinski; Insigne, Mertens.

Anche se c’è da dire che per quanto riguarda il ruolo di attaccante al fianco di Mertens e di quello di esterno sinistro i ballottaggi sono ancora aperti.

In tutte le altre gare Ancelotti, del cosiddetto ‘undici titolare’, ne ha infatti schierati almeno sette (nella vittoria per 2-1 con il Brescia dove però uno dei quattro cambi era il portiere e l’altro forzato per la squalifica di Koulibaly).

Infatti se andiamo a rivedere le formazioni iniziali schierate in queste prime nove gare stagionali è possibile notare che del cosiddetto ‘undici titolare’ Ancelotti ne ha schierati (in parentesi il nome del calciatore sostituito):

  • 10 con la Juventus (Mario Rui);
  • 8 con la Sampdoria (Manolas, Allan, Insigne in vista della successiva gara di Champions con il Liverpool);
  • 10 con il Liverpool (Zielinski);
  • 4 con il Lecce (Meret, Di Lorenzo, Manolas, Mario Rui, Allan, Callejon, Mertens);
  • 9 con il Cagliari (Koulibaly, Fabiàn);
  • 7 con il Brescia (Koulibaly squalificato, Meret, Mario Rui, Insigne in vista della successiva gara di Champions con il Genk);
  • 8 con il Genk (Zielinski, Mertens, Insigne);
  • 8 con il Torino (Koulibaly squalificato, Mario Rui infortunato, Callejon).

Proprio gli infortuni che hanno colpito diversi calciatori di altri club impegnati con le nazionali, hanno rilanciato la polemica sulle troppe partite già disputate che sarebbero causa dell’eccessivo logorio psico-fisico dei calciatori considerando anche i ridottissimi tempi di recupero per i tanti trasferimenti da una parte all’altra del globo terrestre per disputare i vari incontri. 

Nelle due tabelle successive gli undici iniziali schierati da Ancelotti in queste prime nove gare stagionali.