Le pagelle di Napoli-Sampdoria 1-0: risultato bugiardo che non rende giustizia alla prestazione

0
72




Al Diego Armando Maradona il Napoli ha affrontato la Sampdoria nella 21° giornata del campionato di Serie A. Le pagelle di Football Napoli News.

SPALLETTI: 7 – Non è facile gestire un squadra tra assenze, covid e incontri così ravvicinati e con l’aggravante di una sostituzione forzata dopo appena mezzora. Un’approccio contro una media piccola come non si vedeva da tempo. La giusta determinazione nel voler occupare la metà campo avversario e nel voler riconquistare subito la palla appena persa. Quando la palla ha girato velocemente il Napoli è arrivato sempre alla conclusione pericolosa. Più difficoltà invece la squadra ha incontrato quando i troppi passaggi hanno permesso alla difesa avversaria di piazzarsi. Mancata cattiveria sotto porta.

OSPINA: S.V. – Solo una volta deve ‘sdraiarsi’ per bloccare un tiro innocuo di Quaglirella, poi è chiamato solo nel finale di gara in qualche uscita decisa.

DI LORENZO: 7 – Ancora una prestazione di altra profilo in entrambe le fasi.

RRAHMANI: 7 – In collaborazione con Juan Jesus annulla due avversari ostici quali Quagliarella e Gabbiadini, pronto immortalarsi sulle conclusioni dal limite dei centrocampisti avversari.

JUAN JESUS: 7 – Annullati Gabbiadini e Quagliarella in cooperativa con Rrahmani si fa notare anche in zona gol (peccato per il gol annullato) e fa bene anche da esterno sinistro dopo l’uscita di Ghoulam.

GHOULAM: 7 – Giocate sempre efficaci come le chiusure difensive, importanti i suoi centimetri a metà campo, cala nel finale.

DEMME: 7 – Recupera e gioca tanti palloni bella la sintonia con Lobotka, gli è mancato solo un pizzico di coraggio nella rifinitura dell’azione.

LOBOTKA: 7 – Come Demme anche lui recupera e gioca tanti palloni senza sbagliare nulla anche perché gioca semplice, deve trovare più coraggio di attaccare lo spazio al limite dell’area di rigore avversaria.

ELMAS: 6,5 – Soffre a destra anche per la poca reattiva in fase di non possesso, cresce in maniera esponenziale a sinistra anche se a volte eccede nel possesso palla, deve imparare a canalizzare energie e lucidità nella scelta finale.

MERTENS: 6,5 – Arretrato alle spalle di Petagna è bravo a inserirsi negli spazi e proprio d questi suoi inserimenti nascono le occasioni migliori del Napoli.

INSIGNE: 6 – Dal suo lato si è giocato poco e lui si è fatto vedere solo in occasione dell’assist a Ghoulam da applausi.

PETAGNA: 7,5 – Partita di sacrificio, fa reparto da solo giocando di sponda, di fisico, fa salire la squadra apre varchi per i compagni e segna un gran gol dell’ex.

POLITANO (dal 29′ al posto di Insigne): 6,5 – Il suo ingresso in campo ha portato vivacità alla manovra, con personalità ha cercato anche la gloria personale.

FABIAN: (dall’80’ al posto di Demme): S.V. – Tredici minuti per riassaporare il campo, non sbaglia i pochi palloni giocati con velocità di pensiero.

TUANZEBE (dall’80′ al posto di Ghoulam): S.V. – Anche per lui tredici minuti per il benvenuto in maglia azzurra, ma subito ha fatto vedere la sua capacità fisica e quella di saper verticalizzare il passaggio.

ARBITRO DI BELLO (di Brindisi): 7 – Sempre vicino all’azione non sbaglia nulla e dirige la partita senza protagonismi e facendosi notare solo per i due richiami al VAR (il secondo inspiegabile). Giusto annullare il gol di Juan Jesus bravo anche nella gestione dei pochissimi cartellini usati.