Lecce-Napoli 1-4, le pagelle di Football Napoli News: strepitoso Fabiàn, Llorente un cecchino

0
219




Allo stadio Giardiniero di Lecce il Napoli ha battuto il Lecce 4-1 con il Lecce. Le pagelle di Football Napoli News. 

ANCELOTTI: 7 – C’era timore per l’aspetto mentale dopo la gara con il Liverpool e invece la squadra ha dato un segnale di maturità importante. Interessante l’esperimento del doppio centravanti fisico. Indovinata anche la linea di centrocampo a tre con Zielinski, Fabiàn ed Elmas che hanno garantito quantità e qualità.

OSPINA: 5,5 – Una parata strepitosa che ha mandato la palla sul palo, l’altra macchiata dall’ingenuità che ha provocato il rigore del Lecce,

MALCUIT: 5 – In difficoltà in fase difensiva non sempre efficace in attacco.

MAKSIMOVIC: 6 – Svolge il suo compito con concretezza ed efficace senza strafare.

KOULIBALY: 6,5 – Qualche errore di troppo in fase di impostazione ma nelle chiusure è insuperabile.

GHOULAM: 6 – Il sostegno in fase di appoggio non è mancato così come l’attenzione in fase difensiva, ma non va oltre il minimo sindacale.

ELMAS: 6,5 – La personalità di questo ragazzo è impressonante, alla quale abbina tanta qualità e interdizione.

ZIELINSKI: 6,5 – Sbaglia poco o nulla e creca la conclusione in più di un’occasione.

FABIAN: 7,5 – Segna un gran gol ed l’uomo ovunque del centrocampo azzurro al quale non fa mancare il supporto in fase passiva e la qualità in fase di impostazione.

MILIK: 5 – L’impegno non è mancato e la sua prima apparizione ufficiale è stata condizionata anche dalla novità di giocare in coppia con attaccante con le caratteristiche simili alle sue. Si fa vedere poco soprattutto nelle conclusioni.

LLORENTE: 7 – Una doppietta e tanta lavoro sporco per aiutare la squdra a salire e respirare.

INSIGNE: 5 – L’impegno non è mancato ma è sembrato stanco e confuso, sbagloiando molte decisioni nella giocata decisiva.

LOZANO: (dal 73′ posto di Milik) 6 – Si muove bene su tutto il fronte di attacco tenendo palla.

CALLEJON: (dal 74′ al posto di Elmas) 6 – A lui si chiede di essere utile in entrambe le fasi e come sempre lo spagnolo risponde presente.

LUPERTO: (dall’86 al posto di Llorente) S.V. – Una presenza nella sua Lecce, Ancelotti è grande anche per la cura di questi dettagli.

ARBITRO PICCININI (di Forlì): 7 – Con personalità non si fa condizonare dalla tifoseria di casa e indovia tutte le decisioni, anche quelle più complicate e dfficili.