Ma che frustrazione commentare le vittorie della Juventus, però complimenti alla fantasia di giornalisti e opinionisti

0
1003




Il loro motto è “Conta solo vincere” il come interessa poco. Però deve essere frustrante essere costretti da anni a commentare le vittorie della loro squadra solo tra di loro, stile setta, per continuare a vivere nell’illusione e nella convinzione che la Juventus ha vinto tutte le partite senza…’sviste’ arbitrali…chiamiamole così per amore dello sport.

In effetti tra di loro possono dire ciò che vogliono. Un po’ come il discorso del loro Presidente circa la libertà di esposizione di ciò che si vuole nel proprio salotto.

Ancora più frustrante deve essere per alcuni giornalisti e opinionisti commentare le vittorie della Juventus. Diciamoci la verità nessuno vorrebbe essere nei loro panni e sentirsi proiettati nella Romania di Ceausescu o nella Jugoslavia di Tito piuttosto che nella Libia di Gheddafi o l’Iraq di Saddam, senza avere la libertà di dire che ciò davvero vedono e vorrebbero denunciare.

Però bisogna applaudirli. Hanno una fantasia per giustificare o per evitare di parlare di certe ‘storture’ arbitrali da far arrossire anche gli ideatori di Disneyland.

Sono riusciti a ‘trovare’ nel regolamento i termini “Rigore di furbizia”, “Rigore leggero”, “Calciatore furbo a procurarsi il rigore”, “Pjanic ha chiesto subito scusa e per questo non andava neanche ammonito”…si potrebbe continuare all’infinito e oltre.

Meglio fermarsi qui per non alimentare quel senso di totale disgusto che, purtroppo, prova un sempre crescente numero di sportivi italiani.