Milan-Napoli 1-0: il riepilogo di tutti i commenti degli azzurri

0
786
Fonte SSC Napoli




Alcuni tesserati del Napoli sui social e ai microfoni dei media hanno commentato la gara di campionato giocata contro il Milan al Meazza di Milano. Tutti i commenti dopo Milan-Napoli.

I commenti alle TV.

Pasquale Mazzocchi:
Abbiamo poco da recriminare. La squadra ha giocato una buona gara anche dopo il gol che ci poteva tagliare un po’ le gambe. Meritavamo qualcosina in più. Sapevamo che sarebbe stata una sfida difficile contro una squadra con giocatori importanti. Il mister ha preferito in alcune occasioni metterci a 3 dietro per non subire troppi gol. Questa comunque è una squadra abituata a giocare a 4 ed è normale che anche durante un match si possa cambiare modulo. Con il 4-3-3 si trova un po’ meglio ma se si subiscono troppi gol è normale che si deve adattare e cercare un po’ di equilibrio. Non è il modulo che ti porta a fare prestazioni importanti. Stiamo cercando di seguire il mister in tutti i modi. Osimhen? E’ un giocatore importantissimo, ma tutta la squadra lo è. Fiducia e compattezza stanno ritornando, dovremo in tutti modi portare a casa quanti più punti possibili

Walter Mazzarri:
“Il Milan ha fatto un pressing feroce nel primo tempo, poi è calato e potevamo meglio nel secondo. Al di là del modulo abbiamo giocato bene. Il gol del Milan? Si sapeva che Theo dava la palla e poi entrava verticalmente dal centro. Non mi piace dire chi ha sbagliato, ma l’avevamo preparato proprio questo inserimento e dà un po’ fastidio. Era prevedibile. Azione classica del Milan, dovevamo scappare prima. Oggi abbiamo fatto una grande partita e non meritavamo di perdere.

Obiettivo stagionale? Ci sono 15 partite, è possibile centrare il quarto posto. Abbiamo avuto di tutto in questo periodo, stiamo recuperando giocatori importanti. In tanti devono venire a Napoli, lotteremo fino alla fine per il quarto posto. Modulo in futuro? Nel calcio moderno una squadra deve interpretare più moduli in una partita. Tante cose i ragazzi le hanno memorizzate ed è bello cambiare in base alle situazioni. A Riad con la difesa a 3 abbiamo fatto 3 gol alla Fiorentina e tenuto botta con l’Inter. Sono i principi che contano, non i sistemi di gioco”.

I commenti sul web.

La SSC Napoli:
Tra il Napoli e il pareggio a Milano c’è tanto rimpianto e un palo al 90esimo. Vince il Milan con un gol di Theo dopo una mezzoretta, ma poi nelle luci a San Siro ci sono tantissimi riflessi di azzurro. E’ l’estrema sintesi di un match che il Napoli comanda con autorevolezza per varie e lunghe fasi. Il Diavolo ci mette la qualità dell’azione vincente e poi tanta lotta e mestiere nel difendersi e ripartire. Nel secondo tempo è una costante pressione azzurra, Politano appena entrato tira più volte lui in 10 minuti che il Milan in un’ora: la palla però non entra. La trincea rossonera scricchiola ma non cede. Anche perchè la sorte si gira dall’altra parte. L’azione è di Lindstrom che entra in area e crossa d’esterno destro, Simic entra in spaccata e gira la palla verso la sua porta: Maignan chiude gli occhi e il palo esaudisce le preghiere rossonere. Il Napoli perde a Milano, ma resta la consapevolezza che nella notte San Siro la luce vivida è azzurra”.