Milik: “C’è ancora tanto lavoro da fare dopo il cambio modulo, abbiamo troppa qualità per essere dove siamo in classifica”

0
39




L’attaccante edl Napoli Arek Milik ha rilasciato un’intervista in esclusiva ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Questi alcuni passaggi delle dichiarazioni del calciatore Polacco.

“Spero che la partita con il Perugia sia la scintilla giusta. C’è ancora tanto lavoro da fare anche perché abbiamo cambiato modulo e c’è tempo per capire i nuovi movimenti in avanti. Abbiamo migliorato molto dietro. 

Non so se sono ancora il vero Milik spero possa fare meglio. Sono contento per i miei numeri ma no  per quelli della squadra che soni più importanti. Siamo in una posizione bassa di classifica e dobbiamo portare sempre i tre punti a casa iniziando già con la Fiorentina. 

Il nostro obiettivo è recuperare punti in classifica perché abbiamo troppa qualità per essere dove siamo. Ci vuole tanto lavoro ed è quello che facciamo ogni giorno. 

La Coppa Italia è sicuramente un obiettivo del Napoli, anche perché sappiamo che è difficile vincere la Champions. Se c’è una possibilità di vincere qualcosa quest’anno dobbiamo farlo. 

Abbiamo grandissima qualità anche se dobbiamo recuperare gli infortunati che ci possono dare una grande mano, come Mertens, Koulibaly, Ghoulam che hanno fatto la storia di questa squadra.

Zaniolo? Mi dispiace tanto per lui. Sono momenti brutti della vita e li dobbiamo superare. La riabilitazione è la cosa più difficile ed è molto lunga e non so se giocherà l’Europeo.

La Polonia all’Europeo? Abbiamo giocatori forti tutto è possibile ma ora mi concentro per fare bene nel Napoli e vincere le partite. 

Demme e Lobotka possono dare una mano anche se li ho visti ancora troppo poco. Allenamento e partite sono due cose diverse. Sono sicuramente giocatori bravi. 

Gaetano ha qualità ed è cresciuto tantissimo con Ancelotti e con noi. Ora è il momento di fare un passino dietro per farne poi due avanti. 

Con il Barcellona una sfida bellissima, una gara di Champions contro una delle squadre più forti del mondo. Non abbiamo paura e vogliamo fare bene. la prima la giochiamo nel nostro stadio e ovviamente vogliamo passare il turno anche se sappiamo che è difficile”.