Monza-Napoli 2-4: tutti i commenti degli azzurri

0
205




Alcuni tesserati del Napoli sui social e ai microfoni dei media hanno commentato la gara di campionato giocata contro il Monza all’U-Power Stadium di Monza. Tutti i commenti.

I commenti alle TV.

Matteo Politano:
Oggi abbiamo dimostrato il nostro valore. Dobbiamo capire che siamo forti perché quest’anno abbiamo avuto troppi alti e bassi ed ora dobbiamo dare continuità. Nel primo tempo ci siamo detti che dovevamo darci una svegliata. Mancano 7 partite e se giochiamo come nel secondo tempo possiamo fare tantissimi punti. Il gol si, è stato bello e sono felicissimo. I Tifosi? Ci spiace che nonostante ci facciano sentire sempre il loro calore, quest’anno abbiamo fatto delle partite altalenanti. Speriamo di regalargli questo fine campionato come meritano”.

Giacomo Raspadori:
Quella di mettermi sempre a disposizione è una delle mie caratteristiche ed è frutto del lavoro quotidiano. Abbiamo visto nel cambio tra primo e secondo tempo che c’è tanta differenza di gioco e motivazioni e sappiamo che dobbiamo avere per 90 minuti ciò che abbiamo dimostrato nel secondo tempo. La mia duttilità? Io l’ho sempre vista come una cosa positiva perché hai la possibilità di entrare a partita in corso quando vengono fatte altre scelte. È chiaro che la continuità nel ruolo può aiutare, però sono convinto che nel quotidiano si possa lavorare e avere la giusta energia pur non essendo sempre titolare“.

Francesco Calzona:
Nel calcio bisogna correre, se si riceve sempre palla addosso non è calcio attuale. A fine primo tempo abbiamo parlato, analizzato gli errori per risolverli. Inutile andare incontro per ricevere palla sui piedi, la chiave della partita è correre e proporsi sempre. Poi con questi giocatori la giocata personale è chiaro che ci sta. Ma senza movimento diventa difficile. Ritrovare spirito e motivazioni è fondamentale. Poi viene la tattica e la tecnica. Ma senza motivazioni non si va da nessuna parte. Inutile fare calcoli, dobbiamo vincere e giocare come fatto nel secondo tempo”.

I commenti sui social.

Il presidente De Laurentiis:
“Abbiamo dimostrato di non meritare la classifica che abbiamo. Avanti così per le prossime sette sfide verso l’Europa!”.

Kvicha Kvaratskhelia:
Fino alla fine“.

Matteo Politano:
“Quello che serviva, quello che mi serviva”.

Cyril Ngonge:
“Così, +3. Forza Napoli Sempre”.

Il commento della SSC Napoli sul sito ufficiale.

 “Uno più bello dell’altro. Il più grande spettacolo dopo il week end lo mette in scena il Napoli in un quarto d’ora in questo pomeriggio suggestivo dove anche il sole si affaccia volentieri nel cielo azzurro di Monza. Poco prima delle 16.30, si aprono le porte della galleria d’arte all’U-Power Stadium, quello che un tempo si chiamava Brianteo e che adesso è pervaso dalla Sindrome di Sthendal.  Osimhen dimostra che i supereroi sanno davvero volare. L’immagine del suo stacco di testa andrebbe affisso sui cartelloni delle compagnie aeree. Air Osi va in decollo e atterra come uno Space Shuttle a Cape Canaveral. Politano mette in orbita un pallone che sembra guidato dal drone: sinistro stellare, palla all’incrocio, golazo strepitoso. Un diamante è per sempre. Tre minuti dopo, allo scoccare dell’ora, Zielinski sceglie di battezzare quell’altro incrocio: sinistro potente, preciso e delizioso. In un quarto d’ora il Napoli riscopre la Grande Bellezza. Tre minuti dopo, allo scoccare dell’ora, Zielinski sceglie di battezzare quell’altro incrocio: sinistro potente, preciso e delizioso. In un quarto d’ora il Napoli riscopre la Grande Bellezza. Nella settimana dell’annuncio del film scudetto, il Napoli manda in onda il suo trailer più struggente. Un gol più bello dell’altro, uno show a cielo aperto. Sarò con te. Lo spettacolo più bello dopo il week end…