Napoli: 15 minuti da campioni d’Italia, poi tanta sofferenza e una bella reazione d’orgoglio

0
132
Fonte SSC Napoli




Il Napoli batte il Verona con qualche sofferenza di troppo, ma porta a casa tre punti fondamentali per la classifica e per il morale.

I primi 15 minuti del Napoli degni della squadra campione d’Italia, è mancato solo il gol.

Kvaratskhelia trascinatore dell’illusorio inizio degli azzurri: due conclusioni neutralizzate dalle miracolose parate del portiere del Verona Montipò e un rigore netto che l’arbitro Piccinini non gli ha fischiato per il fallo subìto da Cabal.

Poi il black-out che ha dato coraggio al Verona e creato qualche imbarazzo alla manovra del Napoli, tornata poco fluida per i pochi movimenti senza palla anche.

Da rivalutare la contemporanea presenza di due centrocampisti con lo stesso passo (Cajuste e Anguissa) e la mancanza di una mezzala capace di cambiare ritmo e di proporsi negli spazi.

Dopo l’intervallo dal campo arrivano addirittura segnali da incubo per Mazzarri e i tifosi del Maradona: il Verona si rende pericoloso, mette alle corde il Napoli fino al gol del vantaggio.

Solo la ‘visione’ del baratro fa scattare nel Napoli l’orgoglio dei campione d’Italia, grazie soprattutto alla nuova linfa e alla voglia dei calciatori entrati dalla panchina. Non a caso Lindstrom inventa con Ngonge il gol del pareggio e nel finale Mazzocchi recupera un pallone che Kvara trasforma in una poesia come solo lui sa fare.

Certo rispetto alle ultime due gare con Inter in Supercoppa e Lazio in campionato, oltre ad essere tornato al gol, il Napoli qualche cosa in più ha fatto. Ma è ancora poco se l’obiettivo è raggiungere e superare l’Atalanta al quarto posto utile per giocare la prossima Champions.

Oggi Mazzarri e la squadra si godano la vittoria e il sorpasso in classifica a Lazio e Fiorentina.

Da domani a Castel Volturno con l’iniezione di fiducia e di serenità arrivata con la vittoria, si pensa alla difficile trasferta con il Milan…magari ricordandosi che “Chi nun tene curaggio…”

Buon Forza Napoli a tutti!