Napoli-Frosinone 2-2: la conferenza di Calzona in tre punti

0
106




L’allenatore del Napoli Francesco Calzona in conferenza stampa ha commentato la gara di campionato giocata contro il Frosinone al Maradona.

Questi i passaggi più importanti delle sue dichiarazioni.

Sulla fase difensiva.

“Non è possibile fare sempre 3-4 gol per vincere una partita. Dobbiamo imparare ad essere più solidi, cosa che nella mia gestione non è mai accaduta prendiamo sempre gol. In fase di non possesso rischiamo sempre, non c’è mai la sensazione che stiamo gestendo la partita. Non abbiamo la percezione del pericolo, un’altra cosa che è grave. Non riusciamo a fare squadra. Ogni volta ci passa palla dentro, ci puntano la linea e non va bene, perché invece di correre rincorriamo. Abbiamo questo problema che ci sta condizionando, dobbiamo assolutamente migliorare da qui alla fine. Alla fine del primo tempo ho detto alla squadra che continuando così non l’avremmo vinta e così è stato”.

Sullo stato d’animo dei calciatori.

“I calciatori non devono avere paura delle pressioni. Se ti fischiano giustamente devi andare a casa e stare zitto. Quando non abbiamo il possesso andiamo in difficoltà. Sono molto dispiaciuto perché vincerne due di fila fa crescere l’entusiasmo. Champions? Si deve credere se la matematica non ci condanna. Sono dispiaciuto ma devo esserlo fino a stasera, da domani mattina devo pensare come far uscire la squadra da questa situazione.

Sulla condizione fisica.

Condizione fisica? Sapevamo che oggi c’era molto caldo, avevo chiesto la gestione della palla per non correre e rincorrere. Giocavamo contro una squadra molto giovane con più benzina di noi. Inaccettabile come sono arrivati in area. La condizione fisica è normale, la squadra non è giovanissima e non sarà al 100%. In questo momento non riusciamo a fare nemmeno una densità ordinata”.