Napoli-Inter 3-1: la conferenza stampa di Spalletti in cinque punti

0
331




L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti in conferenza stampa ha commentato la sfida di campionato giocata contro l’Inter al Maradona.

Questi i passaggi più interessanti delle sue dichiarazioni.

  1. “Il gol di Di Lorenzo è un gol che ci si può aspettare da quelli come lui. Se uno sa di che pasta è fatto, si rende conto delle sue qualità e può fare di tutto. È un calciatore senza tempo, senza ruolo, che può far tutto”.
  2. Futuro? Il discorso ormai è definito, non è che si cambia idea tutti i giorni. È un discorso che viene da lontano, stando dentro al lavoro dal mattino alla sera. Se non sei convinto di dargli tutto quello che merita questa piazza, è giusto fare dei ragionamenti”.
  3. “Gaetano? È entrato molto bene in partita, ha subito fatto vedere la sua qualità, di vedere le cose al contrario per trovare il compagno. Sul gol non era facile, giocando poco e con tutta l’emozione che c’è. Sono felice per lui, lo meritava. Anche in passato aveva avuto qualche occasione, ma non le aveva sfruttate”.
  4. “Anche oggi abbiamo perso dei palloni banali per quella che è la nostra qualità, se noi gli diamo certi palloni per il nostro livello diventa difficile. Se lasci campo aperto, rischi che succede come col Milan e puoi prendere gol. Il rischio c’è che si lasci qualcosa, ma questo è il calcio che mi piace. Giocatelo così il calcio, che poi ci sono i rompicoglioni professionisti che stanno lì per quello. È facile mettersi al limite dell’area e aspettare l’avversario, dipende cosa si vuole. A me piace fare questo calcio, a chi non piace può contestarmi”.
  5. “C’è sicuramente rammarico per l’eliminazione in Champions, anche se loro hanno meritato. Abbiamo giocato due partite coraggiose, in quel momento lì però ci sono successe un paio di cose, due ci sono successe e due le hanno fatto succedere”.