Napoli, una rosa competitiva ma la Juventus è ancora lontana: il bomber da 30 gol per ridurre il gap

0
231
nor




Il mercato attuale del Napoli sta per mandare in archivio in maniera definitiva quel “Caccia ‘e sord'”. Anche se forse in passato la frase più corretta sarebbe stata “Caccia meglio ‘e sord'”.  

Per spiegare cosa intendiamo con “Caccia meglio ‘e sord” è opportuno ricordare gli acquisti fatti sotto la gestione Benitez con i soldi incassati dalla cessione di Cavani al PSG (64 milioni di euro) e quelli fatti sotto la gestione Sarri con i soldi della clausola risolutoria di Higuain (90 milioni di euro).

Sotto la gestione Ancelotti i soldi incassati dalla cessione di Jorginho al Chelsea (60 milioni di euro) hanno permesso di costruire un parco portieri davvero completo e prendere quel Fabiàn accolto dalla totale diffidenza dei tifosi (come sempre succede con i calciatori poco conosciuti a Napoli) ed oggi diventato un calciatore ammirato in tutta Europa.

Il trend di acquisti mirati, forse anche grazie all’esperienza internazionale di Ancelotti, sembra continuare  nella sessione estiva del calciomercato 2019-20.

Dopo il rinforzo indispensabile in difesa (Manolas) per come intende giocare Ancelotti, il Napoli ha completato la rosa di centrocampo con l’innesto del giovane e promettente Elmas. Inoltre ha migliorato la qualità tecnica della fascia destra con l’inserimento di Di Lorenzo al posto del probabile partente Hysaj. Se Ghoulam dovesse tornare (come sembra e soprattutto come si spera) uno dei migliori esterni sinistri difensivi al mondo per quanto riguarda i portieri, la difesa e il centrocampo il Napoli può considerarsi competitivo. Pero’ almeno sulla carta il gap con la Juventus e’ ancora importante e, sempre sulla carta, i bianconeri restano ancora i superfavoriti per la vittoria finale.

Per ridurre (NON ANNULLARE) il gap con la Juventus non resta che perfezionare l”attacco con la punta da 30 gol come indicato dallo stesso De Laurentiis.

Il sogno non proprio nascosto del presidente si chiama Icardi, sogno che si scontra con la realta’ di Ancelotti che ha fatto capire in diverse occasioni di voler aumentare la qualita’ della squadra con calciatori  in grado di ricoprire piu’ ruoli dello steso reparto. Traducendo in nomi il pensiero di Ancelotti escono fuori quelli di Lozano e James Rodriguez.

Icardi, Lozano, James Rodriguez: dei tre il solo Lozano sembra davvero vicinissimo al Napoli.

Da solo Lozano puo’ bastare? Dovesse affiancarlo anche James Rodriguez i due in coppia garantirebbero quei 30 gol desiderati da De Laurentiis da aggiungere in questo caso a quelli di Milik? Se invece dovesse aver ragione il presidente, visto che esterni e trequartisti nel Napoli non mancano, che preferirebbe l’attaccante ‘cannibale’ e implacabile d’area di rigore?

Queste valutazioni non solo sono detrminanti per ridurre (NON ANNULLARE) il gap con la Juventus, ma potrebbero anche essere decisive per difendere il secondo posto ed, eventualmente, per approfittare di un rallentamento della lepre bianconera.

Intanto tra undici giorni a Firenze il Napoli gioca per i tre punti e non sono piú ammessi errori.

Buon Forza Napoli a tutti!