Non si vive solo di record: dalla mancata passerella di Maggio alla fascia di capitano al ritrovato Ghoulam

0
889




Doppio 4-0 per il Napoli al San Paolo. Il primo annunciato sul Frosinone. Il secondo alla sfortuna, più bello e ricco di emozioni. 

Sono tornati in campo tutti insieme dopo i loro lunghi infortuni il portiere Meret, Younes e Ghoulam.

Poi c’è la doppietta di Milik, l’altro azzurro doppiamente sfortunato, che sembra finalmente essersi messo alle spalle il biennio nero della sua carriera.

La doppietta di Milik poi è la giusta cornice del quadretto natalizio, visto che i due assist al polacco sono arrivati proprio dal piede di Ghoulam che con lui ha vissuto un destino in…crociato.

Vederli tutti e quattro di nuovo protagonisti abbracciati dall’affetto del San Paolo è stato sicuramente emozionante, soprattutto per loro.

Il finale poi è stato addirittura da libro ‘Cuore’.

Il capitano Hamsik lascia il campo e consegna la fascia di capitano a Ghoulam. Un gesto semplice, il giusto riconoscimento all’importanza che l’algerino ha avuto nella crescita del Napoli in questi anni.

Lo stesso riconoscimento negato a Maggio qualche mese fa, solo per il gusto di battere un record che certo non ha  cambiato la bacheca del Napoli e che sarebbe stato battuto anche con la bandiera azzurra in campo.

Un allenatore è bravo se fa giocare bene la sua squadra, ma diventa un grande allenatore quando ha la sensibilità di curare anche i dettagli non solo sportivi. Non a caso la bacheca di Ancelotti è ricca di trofei.

Buon Forza Napoli a tutti!

Foto fonte SSC Napoli.