Osimhen: “Ho accettato Napoli dopo aver parlato con Gattuso e De Laurentiis, mi piace giocare per la squadra, essere qui per me è un sogno”

0
568




Nel Palazzetto dello Sport di Castel di Sangro il Napoli ha presentato in conferenza stampa i due nuovi acquisti Victor Osimhen e Amir Rrahmani [LEGGI QUI le sue dichiarazioni]. 

Queste le parole di Victor Osimhen attaccante nigeriano acquistato dai francesi del Lille e che compie 22 anni il prossimo 29 dicembre.

“Il mio rapporto è ottimo con Gattuso e De Laurentis. per me sono come due padri, mi hanno dato consigli preziosi per farmi sentire a mio agio. Ho ricevuto tante manifestazioni di affetto a Napoli.

Ho deciso di accettare la sfida Napoli proprio quando ho parlato con loro due. Voglio ricambiare l’amore che ho ricevuto e per un calciatore le motivazioni sono importanti. 

Mi definisco un giocatore che ama il gioco di squadra. La passione è fondamentale per me e il mio motto è mai dire mai e tutto è possibile. Posso giocare in qualsiasi ruolo.

Cosa significa essere il giocatore più pagato della storia del Napoli? Essere qui significa aver compiuto un grande salto. Ho trovato ottimi compagni e del denaro non mi interessa proprio nulla. Essere qui per me è un sogno che diventa realtà, ho trovato dei compagni fantastici.

Razzismo? Ammetto che ero un po’scettico sul’Italia. Ma non su Napoli. Il mio punto di vista è cambiato dopo che ho visto la città con i miei occhi. Purtroppo il razzismo è ovunque ma sono certo che con l’affetto dei tifosi e dei miei compagni ogni difficoltà. 

Mi è dispiaciuto che il campionato francese è stato interrotto per il covid-19, però ho continuato ad allenarmi. Ora non sono ancora in forma al 100% ma ci sono molto vicino e farò di tutto per esserlo il più presto possibile. 

Sono stato sempre convinto che Napoli era la migliore scelta anche per il mio futuro di calciatore. 

Un messaggio ai bambini delle periferie di Napoli? Dico di non arrendersi mai davanti alle condizioni della vita. Non bisogna mai arrendersi e lavorare sodo per andare nella vita e nella carriera e di non rinunciare mai ai sogni. 

Ho trovato il livello degli allenamenti altissimo. Voglio continuare ad allenarmi in questo modo e non vedo l’ora di scendere in campo con il Napoli. 

Mi hanno detto che la Juventus è la più grande rivale. Posso solo dire che ho tutta l’intenzione di aiutare il Napoli magari segnando anche alla Juventus”.