Parma-Napoli 0-2 vista dagli azzurri: “Importante vincere la prima ma dobbiamo migliorare, nel primo tempo riempito poco l’area”

0
77




Alcuni tesserati del Napoli ai microfoni dei media e sui social hanno commentato la gara di campionato giocata in trasferta contro il Parma. 

Mertens a DAZN: “Giocare alle 12:30 è molto difficile e il campo non era in ottime condizioni. Abbiamo giocato bene anche nel primo tempo solo che abbiamo sbagliato troppi passaggi. Poi nel secondo tempo loro erano più stanchi e sapevamo che potevamo trovare più spazi. Osimhen è entrato con lo spirito giusto, così come Petagna che può diventare un giocatore importante. Gli obiettivi di Gattuso? Non ne abbiamo parlato ma lui voleva vincere la prima partita. Abbiamo lavorato bene per questo anche se ci siamo lamentati per l’orario. Il mio primo obiettivo era vincere oggi e poi segnare e po abbiamo fatto”.

Fabiàn su twitter:  “Si inizia alla grande il campionato di serie A con la prima vittoria in trasferta. Bravi ragazzi“.

Osimhen su twitter:Buona vittoria, manteniamo lo slancio“.

Manolas su Instagram: “Buona la prima !! Avanti così ragazzi!!

Di Lorenzo su Instagram:Un ottimo modo di iniziare la nuova stagione“.

Politano su Instagram: “Il primo ostacolo lo abbiamo superato alla grande, ma la corsa del campionato è ancora lunga!”

Insigne a Sky: “Contento per la vittoria. Partire alla prima giornata con una vittoria ci dà stimoli importanti, è solo l’inizio e dobbiamo continuare a crescere e lavorare. Abbiamo fatto una grande gara ma potevamo fare di più. Dobbiamo essere più cattivi quando facciamo qualche ripartenza e sotto porta. Nel primo tempo abbiamo fatto tanti cross ma c’era solo Dries in area. Nel secondo tempo l’abbiamo fatto di più, siamo stati più concreti ed abbiamo vinto la partita. Osimhen ha impressionato non solo me ma tutto il gruppo. Quando attacca la profondità è devastante. Da qualcosa di diverso rispetto a me e Dries, lui può creare spazi a noi tra le linee.

Insigne a DAZN: “4-2-3-1? Ho sempre dato disponibilità al mister per qualsiasi ruolo. Tutti noi calciatori accettiamo le decisioni del mister. Il traguardo importante delle 350 partite con la maglia del Napoli lo dedico a mia moglie, i miei bimbi e la mia famiglia che mi sono sempre accanto. A fine primo tempo Gattuso ci ha chiesto di riempire l’area, altrimenti non si fa gol. Dobbiamo seguire i suoi consigli perché ne dà di buoni”.

Gattuso a SKY: Bisogna fare complimenti a tutta la squadra. Il primo tempo abbiamo palleggiato ma c’è stato poco attacco alla linea dei loro quattro difensori, poco attacco senza palla e potevamo fare meglio. Sappiamo le caratteristiche di Osimhen ed il giocatore che è, riesce a dare vivacità e profondità in maniera diversa rispetto agli altri giocatori che abbiamo. L’abbiamo preparata per andare con il 4-2-3-1 o il 4-3-3, abbiamo preferito giocarla con il modulo sul quale abbiamo lavorato negli ultimi 7-8 mesi. I principi rimangono uguali anche se oggi stavamo provando a fare la linea che deve rompere e diventa a 1-1 più 3, oggi l’abbiamo fatto tantissime volte, in costruzione abbiamo fatto sempre a 4 e non a 3.Deve cambiare la posizione dei giocatori, come occupiamo gli spazi e come ci dobbiamo muovere. Koulibaly è  professionista ed un campione ma non avevo dubbi. Mi ha dato grande disponibilità, anche per come si allena. Mi dispiacerebbe se andasse via sia per l’uomo che per il giocatore, ma sapete che i numeri sono importanti. Lozano è un giocatore diverso, vivo, ha caratteristiche ben precise, mandarlo e farlo giocare a campo aperto. E’ un giocatore che quest’anno ci può dare una grandissima mano.Non siamo pronti, per esserlo bisogna giocare con grande intensità ed ancora ci manca. Dobbiamo migliorare, durante la settimana si preparano le partite e poi raccogli, in questo momento dobbiamo continuare a lavorare.

Gattuso a DAZN: “Non bisogna andare dietro ai numeri, nel calcio per vincere bisogna correre, non basta avere solo la qualità. Dobbiamo migliorare sulle seconde palle. La qualità mi piace però devo dare anche equilibrio alla squadra. Penso che loro a un certo punto erano cotti e siamo stati bravi a sfruttare il lavoro che gli abbiamo fatto fare in fase di non possesso. Negli ultimi sette otto minuti abbiamo commesso qualche leggerezza e noi dobbiamo migliorare in questi particolari e non regalare nulla senza correre il rischio di riaprire partite già chiuse. Voglio vedere una squadra ben organizzata che ha ben in chiaro in testa cosa vogliamo fare, che ognuno si mette a disposizione dei compagni perché l’anno scorso è questo che ci è mancato. Già la difesa che da quattro diventa a 1+3 già vuol dire tanto. Dobbiamo giocare più non di reparto ma a tutto campo e invidio chi già lo sa fare io non sono preparato abbastanza. Fabiàn? per come si muove in fase di non possesso quando va a ricevere il pallone è uno dei più forti, deve migliore e capire come giocare a due e capire quando deve andare. E’ stato dieci giorni in nazionale ha lavorato tanto e deve ritrovare un po’ di brillantezza”.

Il commento della SSC Napoli sul sito ufficiale: “Il Bomber e il Capitano. Il debutto del Napoli ha un imprimatur iconico che scandisce il primo successo in campionato. La copertina del Tardini declina la virtù di due protagonisti della nostra storia recente. Dries che alza il piedistallo del trono di Re del gol a 126 reti, e Lorenzo che festeggia con una griffe celebrativa la sua 350esima partita con la maglia azzurra. Finisce 2-0 e si scatena tutto nell’ultima mezzora travolgente, elettrizzata dalla scossa di Osimhen che, appena entrato, si prende l’Oscar dell’attore non protagonista innescando il red carpet per Mertens e Insigne. Funziona il tridente, funziona il Napoli, funziona l’esordio. E funziona anche la prima di Lozano che brucia l’erba sulla corsia di destra infiammando l’ardore offensivo fino all’ultimo respiro. Tutti in piedi per il Napoli nel Loggione virtuale del Tardini. La prima sinfonia azzurra si alza potente e soave nel cielo della Via Emilia…”