Pensare di vincere due scudetti consecutivi sarà pure da illusi, ma lottare per farlo è da vincenti

0
235




In occasione della prima del film sullo scudetto del Napoli ‘Sarò con te’ il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni ai media presenti.

L’attuale stagione lasciamola stare. Chi crede che si possano vincere due scudetti di fila è un illuso“, questa una delle dichiarazioni rilasciate dal patron del club partenopeo.

Di sicuro c’è una grande e importantissima differenza tra il pensare di bissare un trionfo e il pretendere di vincere un campionato anche l’anno dopo.

‘Pretenderlo’ è davvero da chi si illude che il Napoli sia diventata una realtà calcistica alla pari di quella delle big europee ancora lontane per fatturato, stadio, centro sportivo, comunicazione, appeal mediatico e politico.

‘Pensare’ cosa fare per provare a rivincerlo e di programmare una nuova vittoria con umiltà, competenza e rispetto dei ruoli è invece il dono di chi nello sport ha una mentalità vincente.

Poi non si vince pazienza, ma almeno si accetta la NON vittoria con la serenità di chi sa che è stato fatto di tutto e nel migliore dei modi per provare a trionfare ancora.

La maggior parte dei tifosi napoletani, quella ben conscia della reale dimensione del Napoli, non ha mai ‘preteso’ di rivincere lo scudetto. Invece ha ‘pensato’ che si potesse restare almeno competitivi per lottare per uno storico bis del tricolore, soprattutto dopo una annata strepitosa come quella del Napoli campione d’Italia.

A De Laurentiis è giusto riconoscere la bravura per aver portato il Napoli a un elevato livello di competitività sportiva, per giunta accompagnata da una virtuosa gestione economica che dovrebbe essere presa d’esempio dall’intero movimento calcistico mondiale.

Non può e non deve certo essere una saltuaria stagione negativa (ci può stare, fa parte del calcio) a cancellare i risultati sportivi ottenuti dal Napoli sotto la gestione De Laurentiis.

Ma allo stesso modo è anche giusto analizzare gli errori commessi che hanno fatto sprofondare il Napoli dall’altare alla polvere in così pochi mesi. L’importante è che ognuno nel rispetto del proprio ruolo dagli errori commessi abbia imparato la giusta lezione.

Ma poi perché bisogna escludere a priori che a Napoli non si possa vincere per due anni anni consecutivi uno scudetto?