Petagna: “Le mie caratteristiche migliori sono quelle di aiutare i compagni e giocare per la squadra”

0
61




L’attaccante del Napoli Andrea Petagna ha rilasciato un’intervista a Radio Kiss Kiss. Questi i passaggi più interessanti delle dichiarazioni dell’attaccante triestino. 

“Spero di conquistare i tifosi nelle partite ufficiali. Sono contento di essere qui, mi sto integrando in un gruppo fantastico. 

Per me è un onore giocare in una grande squadra con tantissimi campioni. E’ bello che siamo in tanti e che ci sia tanta competizione perché si da di più in campo e si migliora. Osimhen è un campione. 

Io come Cavani? Devo stare con i piedi per terra perché parliamo di un grande campione. Ho fatto tanta gavetta e mi sono conquistato la maglia del Napoli e ora devo crescere. Sono felice qui e voglio dare tanto all’allenatore. 

Con Gattuso ho avuto la fortuna di allenarmi con lui quando era al Milan. Trasmette tanta energia e tanta carica, mi sento che sto migliorando e voglio seguirlo per continuare a migliorare e sono a sua disposizione e sarà lui a decidere quanto e come giocare. 

Le mie caratteristiche migliori sono quelle di aiutare i compagni di giocare per la squadra, sono giovane e posso migliorare ancora. 

Europei? Chiaramente è un mio obiettivo che passa attraverso Napoli e le mie prestazioni con il Napoli. Se farò bene qui con il Napoli la nazionale sarà una conseguenza. 

Non vedevo l’ora di conoscere Napoli, non ci ero mai stato in questa città meravigliosa e non vedo l’ora che arriva anche la mia famiglia. E’ la prima volta che sono lontano da casa e non mi manca casa. Napoli ti trasmette tanta energia e mi piace davvero tanto. 

Sono cinque che gioco tutte le partite in Serie A. Il Napoli mi ha voluto e devo ringraziare il mister e Giuntoli, so quanto il DS crede in me. Conosco le mie qualità e sono a disposizione della squadra. Purtroppo non sono potuto venire a gennaio ma ora sono davvero contento. 

Obiettivo stagionale mio e della squadra? Napoli è una grande squadra e deve puntare sempre in alto, dobbiamo tornare in Champions League e poi l’Europa League deve essere un obiettivo perché è una coppa importante. C’è da giocare tanto ma siamo attrezzati per farlo. Io spero di fare tanti gol e aiutare la squadra ad arrivare in alto. 

La concorrenza? Nelle grandi squadre ci devono essere tanti giocatori e quindi la concorrenza, ma ho le carte in regola per cercare di mettere in difficoltà il mister. 

Spero che i tifosi possano ritornare presto al San Paolo perché è bello giocare in questo stadio con i tifosi. Con loro ho avuto un impatto davvero positivo e mi chiedono sempre di fare gol alla Juventus”.