Rinunciare all’Europa League per avere la ‘settimana tipo’: ma ne vale davvero la pena?

0
1165




Il momento negativo del Napoli, sia dal punto di vista dei risultati che delle prestazioni, ha alimentato il dibattito sulle possibile soluzioni per non perdere le ultime speranze di conquistare un posto nella prossima Champions League.

Oltre al cambio della guida tecnica tra i vari suggerimenti di tifosi, giornalisti e opinionisti c’è anche quello di ‘non sprecare troppe energie’ per tentare la remuntada con il Granada.

C’è chi sostiene infatti che uscire dall’Europa League sarebbe un possibile toccasana per il Napoli, potendo usufruire delle cosiddette settimane tipo di lavoro e permettere ai giocatori di recuperare energie fisiche e mentali per lo sprint finale in campionato.

Ma se il Napoli dovesse essere eliminato dal Granada quante e, soprattutto, quali sarebbero le cosiddette settimane tipo che avrebbe a disposizione il Napoli?

Sono appena sei e neanche sempre consecutive. Addirittura l’eventuale sesta settimana potrebbe anche essere inutile visto che arriverebbe solo prima dell’ultima giornata di campionato.

Vediamo insieme quali sarebbero queste tanto invocate ‘settimane tipo’ nel caso in cui il Napoli dovesse essere eliminato dal Granada.

Nella tabella precedente c’è solo l’incognita che riguarda il recupero della gara con la Juventus rinviata lo scorso mese di ottobre.

Nel caso in cui la Lega dovesse decidere di recuperare la gara mercoledì 17 marzo, che potrebbe anche essere l’ultima data utile, il Napoli giocherebbe in sette giorni tre trasferte consecutive con Milan, Juventus e Roma.

Al di là del fatto che un grande club deve sempre puntare a vincere, ma alla fine ‘non sprecare troppe energie’ per la remuntada con il Granada vale davvero la pena?

Il dibattito è aperto.