Supercoppa. Vigilia di Napoli-Inter: la conferenza di Inzaghi in 3 punti

0
87




L’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi in conferenza stampa, con il calciatore Lautaro Martinez, ha presentato la finale della Supercoppa Italiana in programma domani a Riyad in Arabia Saudita contro il Napoli.

Questi i passaggi più interessanti delle dichiarazioni dell’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi.

Sull’importanza della finale con il Napoli.

“È una finale da organizzare in due giorni e mezzo e tante volte è decisa da episodi. Dobbiamo fare tanta attenzione perché presenta delle insidie. Veniamo da un’ottima semifinale, giochiamo contro i campioni d’Italia che hanno vinto anche loro 3-0, in campionato hanno avuto qualche problema e hanno cambiato allenatore, ma è una squadra con una rosa lunga e tanta qualità. Allo stesso tempo, sappiamo che non sarà semplice. Ci vorrà una grande gara. Per arrivare nel migliore dei modi domani bisogna cercare di recuperare molto bene sia a livello fisico che mentale. Poi ci vuole anche del lavoro tattico”.

Sulle scelte di formazione.

“Dopo la Lazio un po’ di stanchezza c’era, qualcuno era affaticato. L’allenamento di oggi sarà più indicativo, in questo momento non ho ancora bene l’idea sulla formazione. Devo vedere il recupero”.

Sul Napoli di Mazzarri.

“Abbiamo visto che ha cambiato sistema, era una squadra di grandissimo possesso e con la Fiorentina ne ha avuto meno. Domani non so ancora, si pensa che Mazzarri possa confermare l’assetto della semifinale e stiamo lavorando su questo. In campionato era stato un Napoli con un altro modulo, ma al di là di questo quello che conta di più sono le motivazioni. Cambierà probabilmente il modulo del Napoli, ma non dovrà cambiare l’intensità che deve mettere l’Inter in campo”.

QUI le dichiarazioni in conferenza stampa di Lautaro Martinez.