Supercoppa. Vigilia di Napoli-Inter: la conferenza di Mazzarri in 3 punti

0
86




L’allenatore del Napoli Walter Mazzarri in conferenza stampa, con il calciatore Di Lorenzo, ha presentato la finale della Supercoppa Italiana in programma domani a Riyad in Arabia Saudita contro l’Inter.

Questi i passaggi più interessanti delle dichiarazioni dell’allenatore del Napoli Walter Mazzarri.

Sulla finale di domani e l’appeal del Napoli.

“Io credo che il Napoli grazie al campionato dell’anno scorso sia già conosciuto nel mondo. E’ una realtà tangibile da anni, è una squadra conosciuta a livello mondiale. Spero di riuscire ad alzare questo trofeo importante per la squadra. Non credo sia facile avere la possibilità di rigiocarsi una Supercoppa e per questo i ragazzi devono approfittarne, deve essere lo stimolo”.

Mazzarri sull’Inter.

“Una signora squadra con un grande allenatore, straripante da tutti i punti di vista. L’affronteremo nel momento migliore possibile per loro. Se dovessimo fare bene, come speriamo, ci darebbe ancora più fiducia per il prosieguo della stagione. Con l’Inter in campionato abbiamo avuto possesso palla superiore ma abbiamo perso 3-0 in contropiede. Noi abbiamo fatto la partita con possesso palla e palle gol, loro hanno segnato tre volte. Domani siamo carenti a livello di organico perché abbiamo diverse defezioni, ma a livello di mentalità ce la giocheremo alla pari con l’Inter”.

Sugli infortunati e gli ultimi arrivati dal mercato.

“C’è Demme da capire se è recuperabile per capire se può andare in panchina, Olivera di sicuro no. Cajuste probabilmente lo recuperiamo, Zielinski sta bene a livello fisico ma non so che minutaggio possa avere ma lo verificheremo oggi. Lindstrom sta bene, Mi sembra contento e motivato, è chiaro che si deve un pochino ambientare. Traoré? E’ l’unico che mi dicono debba fare un po’ di preparazione. Ngonge? Ci ho parlato. E’ disponibile e penso sia in un buon grado di preparazione. Potrebbe essere impiegato, sarà più difficile vederlo che no”.