Udinese-Napoli 1-1 vista dagli azzurri: “Preso gol ridicolo, dobbiamo ripartire dal secondo tempo”

0
154
Foto fonte SSC Napoli




Alcuni tesserati del Napoli ai microfoni dei media e sui social hanno commentato la gara di campionato giocata alla Dacia Arena contro l’Udinese. 

Ancelotti a Sky: “C’è stata una reazione nel secondo tempo, soprattutto di atteggiamento. E’ un segnale positivo, ma il primo tempo è un segnale molto negativo. Cerco di essere ottimista e pensare che la squadra ha voglia e carattere per uscire da questo momento difficile. Nel primo tempo squadra lenta, involuta, preoccupata. Ci serve una scintilla per uscire da questo momento: passare il turno in Champions può essere una scintilla. Dobbiamo togliere l’apatia che c’era nel primo tempo. Nel secondo abbiamo spinto di più con i terzini, messo Llorente nell’area di rigore per avere più fisicità. Io mi sento ancora coinvolto ma nel calcio si sa, quando si fa bene è merito dei giocatori, quando si va male è colpa dell’allenatore. La preoccupazione in questo momento prevale sulla lucidità, sulla chiarezza, sul coraggio. Abbiamo preso un gol ridicolo perché si sapeva benissimo che Lasagna è un giocatore formidabile in quelle situazioni. La partita era stata preparata dal punto di vista difensivo, ma invece di andare avanti tornavamo indietro a palleggiare”.

Zielinski a Sky: “Dobbiamo ripartire dal secondo tempo, abbiamo dimostrato di saper giocare a calcio, creando occasioni e dominando, meritavamo qualcosa in più. Questo punto può servirci per la fiducia perché sappiamo che periodo stiamo vivendo. Siamo in un periodo non buonissimo, vogliamo e dobbiamo fare molto meglio perché siamo una grande squadra. Nel calcio ci sono questi periodi, dobbiamo ripartire dal secondo tempo. Ancelotti è un grande allenatore, scendiamo noi in campo e dobbiamo dare di più. Sono contento che sia arrivato il gol, ho tirato tante volte in porta ed è arrivato proprio qui dove sono cresciuto e ho esordito in Serie A”.

Di Lorenzo in mix-zone: “Siamo entrati in campo timorosi, non deve accadere, dipende anche dai risultati che non riusciamo a fare. Ma ripartiamo dal secondo tempo pensando a martedì quando avremo una partita fondamentale. A fine primo tempo abbiamo aggiustato qualcosa, i terzini erano più liberi di spingere. Ripeto: ripartiamo dal secondo tempo. Meritavamo la vittoria per quanto dimostrato sul campo. I primi che non sono contenti siamo noi. Oggi l’atteggiamento non è mancato, così come la voglia di vincerla. Dispiace per il risultato. Gioco dove mi dice il mister, non c’è nessun problema, cerco sempre di dare il meglio in qualsiasi ruolo. Non è vero che non abbiamo coraggio. Il timore dipende dalla vittoria che manca e questa cosa ci pesa. Dobbiamo liberare la testa e giocare come sappiamo perché siamo forti. Martedì faremo una bella partita. Manca pochissimo per la qualificazione, tutti insieme vogliamo raggiungere questo primo obiettivo e poi penseremo al campionato dove dobbiamo recuperare terreno”.

La SSC Napoli sul sito ufficiale:Il Napoli nella ripresa riprende campo e comando, mostra una reazione decisa e pareggia con un bel sinistro di Zielinski. Poi la pressione azzurra è generosa e anche di impeto sostenuto, con segnali di carattere, ma le occasioni non si tramutano nel gol del sorpasso, nonostante il finale in crescendo.Si riprende martedì in Champions al San Paolo contro il Genk. Ci giochiamo la qualificazione ed anche il primo obiettivo di stagione.