Union Berlino-Napoli 0-1: tutti i commenti degli azzurri

0
334




Il riepilogo di tutti i commenti fatti da alcuni tesserati del Napoli sui social e ai microfoni dei media dopo la gara di Champions League giocata in casa dei tedeschi dell’Union Berlino.

I commenti in mix-zone.

Rrahmani.
E stata una partita molto difficile su un campo molto difficile. Siamo riusciti a non subire tanti tiri, ma nemmeno noi siamo riusciti a farne. Questa era una partita su un campo molto difficile e non era facile giocare qui. Loro facevano lanci lunghi e ripartivano in contropiede. Ci hanno messo in difficoltàLa cosa importante erano i 3 punti, anche se forse è stata la peggior partita tra quelle in cui non abbiamo giocato bene. L’importante però è vincere anche quando non giochi bene.

Ostigard.
Stasera era importante vincere, soprattutto dopo la sconfitta in casa contro il Real Madrid. Sono tre punti fondamentali per noi. Giocare contro squadre come l’Union non è mai semplice, per questo siamo felici per la vittoria. Non abbiamo avuto molte occasioni per fare gol, ma alla fine comunque sono arrivati ​​i tre punti e siamo felici per questo.

I commenti alle TV.

Politano.
“Ci portiamo a casa il risultato, erano troppo importanti i tre punti. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po’ perdendo tanti palloni e loro erano bravi a ripartire. E’ stato importante non prendere gol, ne prendevamo troppi ultimamente. E’ stata una partita difficile, loro ci aspettavano bassi e c’era poco spazio per venire a giocare dentro. Siamo andati spesso a sinistra, meno a destra e comunque loro erano chiusi, ma potevamo fare meglio. Serviva ragionare velocemente quando eravamo in controllo della palla. Poi noi con la palla nello stretto siamo bravi”.

Di Lorenzo.
E’ stata una gara difficile su un campo difficile, una buona prestazione da parte di tutti. Ci sono frangenti dove abbiamo sofferto ma la vittoria è meritata su un campo difficile. Una vittoria fondamentale per noi. Non prendere gol fa piacere a tutti, è stata una vittoria voluta, da grande squadra, bene così. Vittoria pesantissima. Venire qui dinanzi a questo pubblico non era facile, ma siamo scesi in campo col giusto atteggiamento e questa è una cosa da cui non dobbiamo prescindere“.

Raspadori.
Nelle zone centrali del campo mi sento più a mio agio, riesco coi miei movimenti a liberare gli spazi alle mie spalle. Oggi non siamo riusciti a livello tecnico a essere brillanti, a fare la nostra gara, ma vincere una gara del genere non era facile visto anche il clima che c’era. Non abbiamo fatto una bellissima partita ma era importante vincere. Dopo la Fiorentina ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti che siamo una squadra forte. Dobbiamo giocare ogni gara per vincere, lo step è stato guardarci negli occhi sapendo che non potevamo più sbagliare. Garcia? Ci abbiamo messo un po’ per entrare nelle sue dinamiche ma ora siamo sulla strada giusta. Soprattutto per l’approccio mentale abbiamo ottenuto queste due vittorie, dobbiamo continuare con questa voglia di portare a casa le vittorie“.

Kvaratskhelia (al canale dell’UEFA).
“Sono molto contento per questa vittoria e per il riconoscimento di “Player of the Game”. Dobbiamo continuare così su questa strada. Quella del gol è stata una bella azione, ma l’importante è che Giacomo sia riuscito a segnare. Quindi devo ringraziare Raspadori, perchè altrimenti non sarebbe stato un assist vincente il mio. Noi rispettiamo tutte le altre squadre, ma scendiamo sempre in campo per vincere e continueremo a farlo”. 

Garcia.
Non abbiamo sofferto quasi nulla ma non siamo stati neanche troppo pericolosi sul piano offensivo. L’Union è reduce da otto ko di fila e statisticamente dopo questo filotto è più facile ottenere un risultato positivo piuttosto che un altro ko.

Nel primo tempo abbiamo perso un po’ troppo palloni, abbiamo fatto meglio nella ripresa. Stasera siamo scesi in campo con la rabbia giusta, abbiamo vinto i duelli. Il gol di Raspadori arriva dopo i duelli vinti di Rrahmani e Mario Rui, sappiamo lottare su ogni pallone e sappiamo stare alti per recuperare il pallone.

Il cambio Elmas-Cajuste? Non è mai facile togliere un giocatore all’intervallo, ma il nostro mestiere è prendere queste decisioni. Cajuste a Verona è stato quasi il migliore, ma stasera è stato meno brillante, ha perso troppi palloni. Non è un problema per domenica contro il Milan. Sono contento dell’atteggiamento della squadra, la rabbia positiva di Natan dopo un intervento dinanzi alla panchina avversaria è ciò che voglio dalla mia squadra. Tecnicamente dobbiamo fare meglio, ma oggi serviva continuare a costruire rasoterra, passaggi corti e movimenti. Nella ripresa il pressing ha funzionato bene: ci sono tante note positive, noi fino al fischio finale dobbiamo giocare il nostro gioco“.

I commenti sui social.

Natan.
Questo è lo spirito di Napoli. Lotta, dedizione e sudore. Siamo qui per onorare la nostra maglia in ogni disputa“.

La SSC Napoli sul sito ufficiale.
Con il Kappa e il Jack, il Napoli trova l’asso vincente per fare all-in all’Olympiastadion. Il cielo sopra Berlino diventa azzurro dopo l’ora di gioco. Kvara solca il campo a sinistra seminando difensori e fiori di bach che diventano energia cinetica per il talento di Raspadori. Sinistro in girata che è una cartolina illustrata dalla luminosa Alexanderplatz. Il Napoli batte l’Union con una partita certosina come una tortura cinese che goccia a goccia rompe la roccia.

Dopo un continuo incedere di accerchiamento alla trincea teutonica, arriva lo spazio di luce per accendere la sfida. E’ il minito 65: Khvicha si inventa un prato verde su un campo zuppo di pioggia, Jack si avvita di potenza e precisione e di sinistro punta dritto al cuore. E’ un gol splendido ma anche una dichiarazione di bellezza a tutta l’Europa. Il Napoli abbatte il muro di Berlino e si prende l’orizzonte Champions. Con il Kappa, il Jack e l’asso che sbanca l’Olympiastadion. Nello Stadio affidato al Mito c’è anche una stella che brilla d’azzurro”.

QUI il commento di Garcia in conferenza stampa.